Anastasi: "Grave perdere con il Chievo. Milan? Lazio superiore ma..."

23.04.2019 11:35 di Leonardo Giovannetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Anastasi: "Grave perdere con il Chievo. Milan? Lazio superiore ma..."

Lazio reduce da una pesante sconfitta con il Chievo. Ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 è intervenuto Filippo Anastasi: “Inzaghi ha sbagliato formazione sabato, è stato un duro colpo. Quello che è successo è devastante, perdere con l’ultima in classifica è grave. Io credo in questa squadra, è piena di giocatori forti. Quella era la partita di Pedro Neto, andavano messi i giovani. Tutti hanno responsabilità, è una sconfitta ingloriosa. Questa squadra è stato costruita per la Champions League, è assurdo perdere punti come ha fatto nelle ultime tre partite. Dopo la vittoria con l’Inter la Lazio si è lasciata andare, si pensava che gli altri si inchinassero. Ora bisogna pensare necessariamente alla Coppa Italia, ma vanno vinte anche le ultime 5 partite di campionato perché la classifica è corta”.

MOMENTO -Sono contento che Lotito abbia strigliato tutti i calciatori, perché per tutto quello che società e tifosi hanno fatto vedere quello spettacolo non è accettabile. Se sarà necessario rifondare, bisognerà rifondare tutto. A partire dal modulo, questo 3-5-2 a volte non è possibile schierarlo. E poi i giovani devono giocare, inutile comprarli per tenerli in panchina”.

MILAN - A Milano temo il fattore ambientale, perché la Lazio è fragile di nervi. Lo dimostrano le espulsioni di Milinkovic e Luis Alberto. È una squadra ‘femmina’ in questo momento. Poi c’è stata anche quella situazione della maglia di Acerbi, non bisogna cadere nella trappola. Per me la Lazio rimane superiore al Milan, ma deve ricordarsi come si gioca a calcio perché le potenzialità le hanno. Per me Correa è il più imprevedibile e garantisce uno scambio con Immobile importante. Aiuta di più Ciro. Il problema sono i quinti, con Romulo e Lulic c’è sicuramente più sicurezza”.

LAZIO, LE PAROLE DI GARLINI

LAZIO, STRIGLIATA DI LOTITO

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOMEPAGE