Lorella Cuccarini, un'altra caduta di stile: "Lazio? Quando la vedo ho l'orticaria..."

Lorella Cuccarini ospita Anna Falchi a La Vita in Diretta e si lascia andare a più di una battuta di dubbio gusto sulla Lazio...
10.12.2019 22:40 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
Lorella Cuccarini, un'altra caduta di stile: "Lazio? Quando la vedo ho l'orticaria..."

Dopo la vittoria della Lazio sulla Juventus sarebbe giusto parlare delle imprese sul campo della squadra di Simone Inzaghi. Peccato invece che, ancora una volta, dal piccolo schermo arrivino continui attacchi alla società biancoceleste che poco hanno a che fare con il calcio giocato. Teatro dell'ennesimo episodio è La Vita in Diretta, il programma pomeridiano di Raiuno. Tra gli ospiti di Lorella Cuccarini, infatti, c'è anche Anna Falchi. La showgirl è stata invitata per commentare le sue esultanze sui social dopo le vittorie della Lazio. La madrina biancoceleste si è presentata con la sciarpa della Prima Squadra della Capitale, scatenando la reazione della conduttrice, nota tifosa romanista. La Cuccarini ha parlato di guerra, par condicio e del derby che dura un anno a Roma prima di farsi portare una sciarpa giallorossa. Non contenta ha aggiunto: "Se vedo la bandiera della Lazio mi viene una specie di orticaria". Una battuta infelice quanto banale che poteva tranquillamente essere evitata. Anche quando la Falchi ha provato a parlare della gara di sabato, la cantante de La Notte Vola ha aggiunto: "Partita pazzesca, l'ho vista e sono stati molto molto bravi. Ma questi colori qui (riferendosi alla sua sciarpa giallorossa, ndr), mi mettono più a mio agio". Sarebbe già abbastanza, ma invece no. La Cuccarini chiama sul palco anche il suo assistente di studio, di fede laziale, "colpevole" di non aver voluto portarle la sciarpa della Roma e lo presenta così: "Fabio, laziale, d'altronde nessuno è perfetto...". Game, set e match. Battute, frecciatine e continui attacchi davanti ad una Anna Falchi che, da vera laziale, non raccoglie le provocazioni e parla solo della sua squadra. Un'ennesima prova, qualora ne servisse ancora una, delle enormi differenze tra le due esponenti delle tifoserie. Perché se è vero che, come detto dalla Cuccarini, a Roma è derby tutto l'anno, c'è modo e modo di affrontarlo.  

LAZIO, ULTIME DA FORMELLO

LAZIO, I NUMERI DI LUIS ALBERTO

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOMEPAGE