Politica / Siria, accordo Russia - Turchia a Sochi: i curdi completano ritiro

Russia e Turchia, dopo un lungo incontro tra Putin ed Erdogan a Sochi, hanno trovato un accordo per il pattugliamento del Nord-Est della Siria
23.10.2019 10:00 di Redazione Cronaca - LLSN   Vedi letture
Politica / Siria, accordo Russia - Turchia a Sochi: i curdi completano ritiro

Putin ed Erdogan a Sochi, dopo un incontro di 7 ore, hanno trovato un accordo sul Nord-Est della Siria. Socondo l'intesa Turchia e Russia condurranno pattugliamenti congiunti fino a 10 km oltre il confine turco, a est e ovest dell'area in cui è stata condotta l'operazione bellica di Ankara, esclusa Qamishli, principale centro curdo nell'area.

PUTIN - L'intervento di Putin al termine dell'incontro con Erdogan: "Il presidente turco mi ha spiegato le ragioni dell'offensiva. Io sono convinto che i sentimenti separatisti nel Nord-Est della Siria, siano stati fomentati dall'esterno. La regione va liberata dalla presenza illegale straniera. I terroristi di Isis non traggano forza dall'operazione turca. L'accordo con Erdogan è di importanza fondamentale per il futuro della Siria".

ERDOGAN - Le parole del presidente turco: "Oggi con Putin abbiamo raggiunto un accordo storico per la lotta contro il terrorismo, l'integrità territoriale e l'unità politica della Siria, e per il ritorno dei rifugiati".

CURDI - Nel frattempo il capo delle forze democratiche siriane (Fds), Mazlum Abdi, ha comunicato in una lettera al vice presidente americano, Mike Pence, che hanno ritirato "tutte le forze Ypg" dalla zona. I combattenti curdi hanno così rispettato l'accordo siglato tra Stati Uniti e Turchia.