Roma o Lazio, quella volta che Verdone rivelò la fede calcistica di Sergio Leone

13.05.2022 07:30 di Edoardo Zeno Twitter:    vedi letture
Roma o Lazio, quella volta che Verdone rivelò la fede calcistica di Sergio Leone

È stato inaugurato proprio oggi, nel quartiere romano di Centocelle, il murales dedicato a Sergio Leone. Un omaggio della città in cui è nato e cresciuto uno tra i più grandi registi e sceneggiatori della storia del cinema italiano e mondiale. L’opera, realizzata a 33 anni dalla sua scomparsa, è stata promossa dall’As Roma e dall’Ater con il patrocinio della regione Lazio. Proprio il club giallorosso ha messo in mostra il bellissimo disegno pubblicando una foto sui propri canali social. Ma Sergio Leone era veramente un tifoso della Roma? In una recente intervista su Rai1 datata ottobre 2021, durante "Domenica In", Carlo Verdone, suo grandissimo amico, aveva svelato la fede calcistica del leggendario regista. L'attore romano, senza troppe esitazioni, affermò: "Una volta ero andato a Ostia, mia figlia non stava benissimo e il medico mi aveva consigliato di farle respirare un po' d'aria di mare. Tornando da Ostia, mi fermai all'EUR doveva Sergio viveva e andai a trovarlo a casa: lui era lì, un po' assonnato, stava sentendo la sua Lazio alla radio, perché lui era tifoso laziale, prese mia figlia e cominciò a giocarci. Per me quello fu un momento bello, speciale, perché riuscii a fargli conoscere mia figlia piccola. Da lì a poco si sarebbe ammalato e poi sarebbe morto". Non esiste una verità assoluta, ma è davvero difficile che Verdone possa sbagliare su un particolare così importante. 

Pubblicato ieri alle 20:38