Danimarca, in 3.000 allo stadio per il derby: vince la civiltà

Nel sentitissimo derby tra le due rivali storiche danesi, l'esperimento sociale di far entrare migliaia di persone nell'impianto ha funzionato.
23.06.2020 10:00 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Nicolò Savini-Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Danimarca, in 3.000 allo stadio per il derby: vince la civiltà

Curioso quanto riuscito, quello che è stato  fatto in Danimarca nel sentito derby tra Brondby e Copenhagen. Nonostante i numerosi episodi di tensione e vandalismo che avevano preceduto la sfida durante la settimana, l’esperimento sociale provato nel Nord Europa di far entrare persone allo stadio ha funzionato eccome.

RISPETTO DELLE NORME – Le autorità danesi, come riporta la rassegna stampa di Radiosei,  avevano concesso una deroga al limite di 500 persone nell’impianto sportivo del Brondy, consentendo di far arrivare le presenze fino a 3.000. Tutti i tifosi si sono disposti a 2 metri l’uno dall’altro, dando vita a una sorta di scacchiera giallo e blu. Poco importa se al pareggio allo scadere dei padroni di casa contro i rivali storici è scappato solo un abbraccio: regole, educazione e civiltà. Oltre il risultato finale di 1-1, a vincere, è stata la cultura dei tifosi.

Lazio: allenamento, pranzo e partenza per Bergamo. La nuova routine post Covid

Lazio, la vendita delle sagome non decolla: Olimpico "deserto"

TORNA ALLA HOME PAGE