Lazio, Lotito-Inzaghi confronto e mercato: due nomi sulla lista di Simone

Il presidente e l'allenatore si sono sentiti alla vigilia della sfida contro il Napoli, s'è parlato anche di mercato con due nomi sul taccuino di Inzaghi
22.12.2020 07:20 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Zappulla, MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
© foto di Federico Gaetano
Lazio, Lotito-Inzaghi confronto e mercato: due nomi sulla lista di Simone

La vittoria sul Napoli ha riportato serenità e distensione, ci voleva dopo ore tormentate e burrascose conseguenza di risultati che in campionato non hanno soddisfatto nessuno a Formello. Dopo il pareggio contro il Benevento la tensione si poteva tagliare con il coltello, Lotito era furente per l’andamento della Lazio e l’atteggiamento mostrato contro i sanniti e il Verona pochi giorni prima. Si aspettava una reazione (poi arrivata con il Napoli), ha chiesto conto a Tare e Peruzzi, ma soprattutto a Simone Inzaghi. Presidente e allenatore si sono sentiti al telefono sabato, un confronto acceso, ricco di spunti. Il patron ha ribadito che le potenzialità della Lazio sono importanti, la squadra - secondo Lotito - può e deve ambire alle posizioni più nobili della classifica, inaccettabile un ruolino di marcia da 18 punti in 12 partite. Simone s’è difeso, ha chiamato in causa infortuni e covid, il calendario fitto e l’impegno Champions che hanno portato via energie mentali e fisiche. Toni accesi, forti, ma confronto sano e 24 ore dopo la reazione tanto attesa. La Lazio ha schiantato il Napoli, s’è rilanciata a ridosso della zona Champions. Domani, a Milano, però ecco la prova del nove, una vittoria contro il Milan dell’ex Pioli darebbe ulteriore slancio e morale alla Lazio e soprattutto serenità a un ambiente che da maggio vive di alti e bassi. 

RINNOVO - Nel colloquio di sabato non ci sono stati veri e propri discorsi riguardo al rinnovo di contratto del tecnico. Le parti sanno che il tema andrà affrontato, l’ha ammesso anche Inzaghi nel post Napoli. Ci si vedrà durante le vacanze di Natale, un appuntamento per pianificare rinnovo e mercato. Inzaghi piace a diversi club, l’Inter l’ha messo nella lista dei preferiti (insieme ad Allegri) se a fine stagione dovesse saltare Conte. La Juventus pare voglia dare continuità al progetto Pirlo (ma tutto dipenderà dai risultati e Inzaghi piace tanto a Paratici), mentre all’estero ci sono club che hanno mostrato interesse in passato (West Ham, Siviglia) e altri che hanno una certa stima di Simone (Psg). Di certo la vetrina Champions farà aumentare l’appeal di Inzaghi anche in campo europeo. Lotito vorrebbe andare avanti con il suo pupillo, ma ha il suo modo di condurre le trattative, non vuole mai essere in posizione di debolezza e non vuole che suoi dipendenti flirtino con altri.  Di rinnovo, quindi, si parlerà nelle prossime due settimane, ormai il tempo sta scadendo. 

MERCATO - Ma occhio anche al mercato. Inzaghi vorrebbe un paio di rinforzi a gennaio, chiede un difensore e un esterno mancino. Le sensazioni sul recupero di Lulic non sono eccezionali, c’è il rischio che il capitano possa alzare bandiera bianca. Molto dipenderà da Lulic, i posti in lista sono quelli, bisogna fare quadrare i conti. C’è solo un posto disponibile da “over”, quello di Djavan Anderson, altrimenti bisognerà pensare ad alcuni tagli eccellenti. Inzaghi vuole due giocatori, ha fatto i nomi di Armando Izzo  e Federico Ricca. Il primo è un suo vecchio pallino, lo insegue da quando Izzo giocava al Genoa, lo considera il rinforzo perfetto il per la difesa a tre della Lazio. Izzo non è più titolare a Torino, il feeling con Giampaolo non è mai scattato, è sul mercato, ma i rapporti tra Lotito e Cairo sono a dir poco burrascosi e per questo immaginare una trattativa tra i due appare quantomeno complicato. Ricca, invece, è un mancino, gioca nel Bruges, Inzaghi l’ha notato studiando i belgi in occasione del girone di Champions, è uruguaiano, in questa stagione - tra campionato e coppe - ha messo insieme 11 presenze e un assist. Ricca è giocatore duttile, può muoversi da centrale e da esterno, coprirebbe due ruoli, può assomigliare a Patric per caratteristiche e volendo fare un parallelo con un giocatore della Lazio. Ricca costa circa 5 milioni, è una cifra abbordabile, può diventare un obiettivo nelle prossime settimane. 

Pubblicato il 22/12 alle 1:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

TORNA ALLA HOME PAGE

FORMELLO - LAZIO, ATTESA PER ACERBI

MILAN-LAZIO, ECCO CHI SARÀ L'ARBITRO