Sarri | Lazio da suggestione a tentazione: Lotito punta il Comandante

Il tecnico è ora il preferito per raccogliere l'eredità di Simone Inzaghi: contatti avviati, ci sono da superare alcuni ostacoli
30.05.2021 07:10 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: MarcoValerio Bava, Alessandro Zappulla-Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Sarri | Lazio da suggestione a tentazione: Lotito punta il Comandante

La Lazio sfoglia la margherita ed è convinta d’aver trovato il petalo giusto. Quello che potrebbe far davvero scattare il nuovo amore calcistico biancoceleste. Maurizio Sarri è balzato in pole, è in cima alle preferenze del presidente Lotito che vuole un nome importante per cancellare lo smacco causato dal voltafaccia di Inzaghi. Andiamo per ordine. La situazione è abbastanza chiara e nella giornata di venerdì, quello che sembrava un sogno di inizio estate, s’è tramutato in uno scenario concreto. Ci sono stati diversi contatti con Fali Ramadani che è l’agente che cura gli interessi del tecnico, s’è parlato di progetto e di soldi. Come ovvio che fosse. Primo punto: Sarri è convinto che la Lazio abbia una rosa competitiva, forte, capace di interpretare più sistemi di gioco e che con qualche ritocco mirato possa davvero tornare nel giro delle grandi. Altro aspetto è quello economico. La Lazio non può mettere sul tavolo ingaggi faraonici, non si può avvicinare ai 4,5-5 milioni che l’allenatore ha percepito tra Chelsea e Juve. Ma può mettere sul tavolo un contratto da tre milioni più bonus e lavorare sulla durata.

SOLUZIONI - Sarri, poi, ha in ballo la “penale Juve”. Il club bianconero dovrà versare 2,5 milioni nelle casse del tecnico se entro il 1 giugno non rinnoverà il contratto che scade nel 2022 e che era stato firmato nel 2019. Sarri, quindi, se dovesse arrivare alla Lazio, il primo anno andrebbe a guadagnare oltre 5 milioni di euro. Uno scenario simile a quello che poi ha portato Mourinho alla Roma, trattativa agevolata dalla buonuscita riconosciuta dal Tottenham al portoghese. Ma da ieri sera cominciano ad arrivare piccoli segnali di fiducia. I contatti andranno avanti, saranno giornate intense, calde, non solo per l’alta pressione che fa da tetto alla Capitale. Lotito s’è convinto di Sarri, il presidente sta portando avanti la trattativa in prima persona (ovviamente in costante confronto con Tare), vuole rispondere e dare un segnale alla piazza e anche alla squadra. Sarri sarebbe ovviamente un gran colpo, un nome di lusso, capace di riaccendere l’entusiasmo. Il tecnico freme per tornare ad allenare, dopo un anno fermo non vede l'ora di rimettersi in gioco. La Lazio ci sta lavorando davvero, spera di riuscire a far andare a posto tutte le tessere del puzzle. Non un lavoro semplice, ma nemmeno impossibile…

Pubblicato il 29/05

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.