Lazio, De Martino: "Ranieri ha confuso i ruoli tra tifoso e tesserato"

Pubblicato il 3 maggio 2019 alle ore 12:50
04.05.2019 07:20 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Francesco Mattogno - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, De Martino: "Ranieri ha confuso i ruoli tra tifoso e tesserato"

Anche Stefano De Martino, dopo Arturo Diaconale, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 in merito alle dichiarazioni di Ranieri e non solo. Ecco le sue parole: "Dobbiamo intervenire qui in radio per rispondere alle parole di Ranieri. Perché non arrivano dal tifoso, che comunque non ci interessa, ma da un tesserato: è grave e quest’intervento andrà pesato. È grave perché ricordo che ci fu un procedimento per la questione legata alla gara Lazio-Inter del 2010. Il tema fu trattato anche se si parlava sulla base di voci. La questione, infatti, non ha avuto seguito da nessuno svolgimento. Spesso dall'altra parte si confondono i ruoli tra tifosi e tesserati. Non si può parlare di sfottò questa volta. Questi contenuti saranno girati a chi di competenza, ma è giusto sottolineare quest'evento. Il resto spetta a chi deve decidere sulle dichiarazioni di un tesserato. I calciatori della Lazio hanno chiaramente detto di credere nella Champions League. Chi raggiungerà le posizioni europee le conseguirà con merito. Non abbiamo mai alimentato dubbi anche quando siamo stati penalizzati, il nostro è un altro stile. Dall'altra parte invece arrivano attacchi simili che non hanno né capo né coda. Siamo tutti molto tranquilli perché la storia ci insegna chi siamo".

SUL MURALES  "A Bergamo non verrà imbrattato perché c'è una sola squadra, a Roma purtroppo era da mettere in conto che il murales venisse sfregiato. La Lega Serie A ci ha proposto l'iniziativa e noi l'abbiamo favorita e costruita in questi giorni. È una cosa di rilievo anche per i due artisti che hanno preso parte all’opera per celebrare la Coppa Italia, che è un trofeo importante e che investe un po' tutto il paese. Mi auguro che quando ci sono iniziative come queste si ragioni anche sul fatto che vanno oltre al calcio, sono cose che hanno una bella rilevanza per la città".

SULLA FINALE - "Supereremo i 150 paesi collegati, la Coppa Italia è molto richiesta in giro per il mondo. Dai dati che ci arrivano il numero di chi la seguirà sarà maggiore rispetto alle ultime finali. Inoltre ci sarà un'iniziativa in particolare che mi carica ulteriormente, perché ci tengo molto da tifoso e si sta lavorando per farla diventare reale. Intanto però pensiamo a domenica: ci attende una gara importante e molto bella tra due squadre che giocano molto bene, sarà molto interessante e speriamo ci possa veder trionfare e meritare sul campo il massimo".

ROMA, RANIERI: LA LAZIO SI E' SCANSATA NEL 2010

LAZIO, DIACONALE SU RANIERI

TORNA ALLA HOMEPAGE