Supercoppa, Murgia: "La rete che si gonfia, il boato, l'emozione! Voglio fare la differenza per la Lazio"

Pubblicato il 13/8 ore 17
14.08.2018 07:10 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Menghi - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Supercoppa, Murgia: "La rete che si gonfia, il boato, l'emozione! Voglio fare la differenza per la Lazio"

È passato un anno esatto dalla vittoria della Lazio in Supercoppa contro la Juventus, ma la gioia per quel successo arrivato allo scadere ancora mette i brividi. Ne sa qualcosa Alessandro Murgia, autore del gol decisivo, che su Instagram ha postato un video mentre riguarda quella rete magica, accompagnata da queste parole: “Era esattamente un anno fa, la finale di Supercoppa italiana 2017 disputata contro la Juve: mancavano pochi minuti alla fine e il 2 a 2 ci avrebbe portato ai tempi supplementari. Poi vedo Jordan superare un giocatore ed entrare in area di rigore. Io ero lì, in posizione e ho pregato che mi vedesse, che si accorgesse che ero libero. Jordan deve avermi sentito perché il passaggio è arrivato, puntuale, preciso, semplicemente perfetto. Ho visto la palla gonfiare la rete tricolore e poi il boato, la gioia mista a confusione, l’emozione, la corsa sotto la curva Nord, l’abbraccio dei miei compagni, dello staff, di tutto lo stadio e la meravigliosa consapevolezza di aver appena fatto il gol della vittoria… Non so quante volte ho rivisto quel momento, anche se in realtà ce l’ho registrato in ogni cellula, ed ogni volta cresce dentro di me il desiderio di continuare a fare la differenza per la mia squadra, di essere sempre lì, nel posto giusto e al momento giusto, pronto a ricevere un nuovo passaggio che mi permetta di regalare nuove emozioni…”.

 

Era esattamente un anno fa, la finale di Supercoppa italiana 2017 disputata contro la Juve: mancavano pochi minuti alla fine e il 2 a 2 ci avrebbe portato ai tempi supplementari. Poi vedo Jordan superare un giocatore ed entrare in area di rigore. Io ero lì, in posizione e ho pregato che mi vedesse, che si accorgesse che ero libero. Jordan deve avermi sentito perché il passaggio è arrivato, puntuale, preciso, semplicemente perfetto. Ho visto la palla gonfiare la rete tricolore e poi il boato, la gioia mista a confusione, l’emozione, la corsa sotto la curva Nord, l’abbraccio dei miei compagni, dello staff, di tutto lo stadio e la meravigliosa consapevolezza di aver appena fatto il gol della vittoria... Non so quante volte ho rivisto quel momento, anche se in realtà ce l’ho registrato in ogni cellula, ed ogni volta cresce dentro di me il desiderio di continuare a fare la differenza per la mia squadra, di essere sempre lì, nel posto giusto e al momento giusto, pronto a ricevere un nuovo passaggio che mi permetta di regalare nuove emozioni... #onthisday #JUVLAZ #supercoppaitaliana #memories

Un post condiviso da Alessandro Murgia (@alessandromurgia) in data: Ago 13, 2018 at 7:11 PDT