CLASSIFICA - Serie A, Conte tiene tutti dietro: Inter seconda. La Lazio chiude quarta

01.08.2020 22:50 di Francesco Tringali   Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di PhotoViews
CLASSIFICA - Serie A, Conte tiene tutti dietro: Inter seconda. La Lazio chiude quarta

La classifica non cambia nelle prime quattro posizioni. Atalanta e Lazio gettano la loro chance di insidiare il secondo posto all'Inter e terminano rispettivamente terza e quarta. A pari punti, però (78): gli scontri diretti favoriscono Gasperini per vantaggio negli scontri diretti su Inzaghi e allora la Dea centra una storica terza posizione. La Lazio non riesce a migliorarsi e occupa l'ultimo posto disponibile per l'accesso diretto in Champions League (le verrebbe tolto solo se Napoli e Roma vincessero Champions ed Europa League). Conte e la sua Inter si godono il secondo posto (82 punti), dietro la Juventus Campione d' Italia, ma al secondo ko di fila stavolta per mano della Roma (3-1). Bene il Milan, con Ibra che fa dieci gol in campionato: 3-0 al Cagliari.

Serie A 2019/20 - 38ª giornata

Gewiss Stadium - Sabato 1 agosto 2020, ore 20:45

Formazioni ufficiali

 ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Caldara, Djimsiti; Gosens, De Roon, Freuler, Castagne; Pasalic, Gomez; D.Zapata. A disp.: Sportiello, Rossi, Sutalo, Guth, Czyborra, Bellanova, Taméze, Da Riva, Malinovski, E.Colley, Muriel. All.: Gasperini.

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Bastoni; D'Ambrosio, Gagliardini, Brozovic, Young, Barella; R.Lukaku, L.Martinez. A disp.: Padelli, Ranocchia, Skriniar, Candreva, Biraghi, Asamoah, Moses, Agoumè, Borja Valero, Eriksen, Sanchez, Esposito. All.: Conte.

Arbitro: Giacomelli. 
Assistenti: Peretti – Bindoni. 
Quarto uomo: Doveri. 
Var: Nasca
Avar: Mondin.

FINE SECONDO TEMPO

90' - Quattro minuti di recupero.

85' - Occasione Atalanta! Muriel entra in area e imbuca per Gosens che conclude con la punta del piede anticipando Handanovic in uscita. Pallone di pochissimo a lato.

82' - Gosens fallisce l'opportunità di riaprire la gara. Prima sbavatura dei difensori dell'Inter e corridoio aperto per l'esterno atalantino che non trova di pochissimo il decimo gol in campionato.

77' - Doppio cambio operato da Antonio Conte: Skriniar sostituisce Bastoni, mentre Biraghi prende il posto di D'Ambrosio.

75' - Occasionissima per l'Inter con Godin che si ritrova clamorosamente da solo in area ma sbaglia ingenuamente il tocco decisivo per Lukaku.

70' - Scatta l'ora di Sanchez, finisce la partita di Lautaro Martinez.

66' - Inter sembra averne di più rispetto all'Atalanta che non riesce mai a riprendere posizione in fase di non possesso. Si apre inevitabilmente lo spazio per il contropiede interista, break di Lukaku, che dribbla secco il marcatore e apparecchia per Gagliardini, che con il mancino calcia a lato non di molto.

60' - Doppio cambio per Gasperini:  Malinovskyi, Hateboer e Muriel rilevano Freuler, Castagne e Pasalic.

53' - Il Papu prova a scuotere i suoi dopo un inizio a ritmi blandi. Assolo di Gomez che porta a spasso Barella e libera il mancino dal limite dell'area: tiro velenoso, Handanovic è però attento e neutralizza il pallone.

46' - Riprende il gioco al Gewiss Stadium, non c'è stato alcun cambio all'intervallo, in campo dunque gli stessi ventidue che hanno concluso la prima frazione.

SECONDO TEMPO

FINE PRIMO TEMPO

45' - Cinque minuti di recupero.

42' - Young decisivo anche in fase difensiva: con la schiena mura il tap in di Pasalic dopo un cross interessante dalla sinistra di Gosens.

38' - Soffre tantissimo l'Atalanta la velocità della coppia Lautaro-Lukaku. Tiene stavolta la difesa bergamasca, mani tra i capelli di Gasperini a fotografare il primo tempo dei suoi.

30' - Atalanta che prova a reagire spinta dalla forza di Zapata. Ordinata l'Inter e puntuale con le due chiusure di de Vrij e Godin proprio sul totem colombiano.

25' - Momento cooling break!

23' - Giallo per de Vrij dopo aver travolto Gosens. Inter comunque in fiducia e ancora in pieno controllo della partita. Col pareggio della Lazio, Gasperini in questo momento scivolerebbe al quarto posto in classifica.

19' - Ha raddoppiato l'Inter con Young. Buca d'angolo per l'ex United che rientra sull'interno destro, mira il secondo palo e trova un gol bellissimo per il raddoppio dei nerazzurri di Conte. Che inizio di gara.

18' - Sviluppo di manovra interessante per l'Inter che fraseggia bene a centrocampo e sfrutta la posizione di Barella che gravita tra centrocampo e attacco. Squadra di Conte al momento padrona della gara e del secondo posto in classifica.

15' - Proteste Inter con l'autore del gol, Danilo D'Ambrosio, a contestare una trattenuta di Gosens ai suoi danni. Calvarese fa giocare, il Var non interviene. Si gioca.

9' - Con la Lazio sotto a Napoli, l'Atalanta deve reagire se vuole contendere il secondo posto all'Inter che al momento blinderebbe la seconda posizione a più quattro. 

5' - Cambio forzato per l'Atalanta, entra Sportiello ed esce Gollini. Portiere titolare uscito malconcio dall'impatto con Gosens, prima del timbro di D'Ambrosio.

2' - D'Ambrosio fa già 1-0 per l'Inter: Young batte corto il corner e scambia con Lautaro, poi pennella in area con il destro: incredibile uscita a vuoto di Gollini e tutto facile per il difensore, che di testa infila a porta sguarnita.

1' - Fischia Giacomelli, si comincia! È l'Inter a muovere il primo pallone della partita. Atalanta in completo nerazzurro, per gli ospiti debutta la nuova seconda maglia, a tinta bianca con un motivo a strisce verticali e orizzontali.

PRIMO TEMPO

20.45 - Solito e toccante minuto di silenzio a Bergamo in ricordo delle tante vittime della città causa coronavirus. Curiosità: battesimo per la seconda maglia dell'Inter base bianca con linee nere e blu che formano un motivo a rete.

20.43 - È il momento degli ingressi in campo scaglionati della terna arbitrale e subito dopo delle due squadre. L'attesa sta per terminare: quasi tutto pronto per il fischio di inizio di Atalanta-Inter!

20.35 - Il secondo posto in classifica passa anche da Bergamo. Lettori de Lalaziosiamonoi.it benvenuti nel live testuale di Atalanta-Inter. Non solo uno sguardo attento al match del San Paolo tra Napoli e Lazio, ma soprattutto monitorare il risultato della sfida tra Gasperini e Conte. All'Inter potrebbe bastare un pari, a patto però che la Lazio non vinca la sfida contro il Napoli. Niente calcoli, invece, per l'Atalanta, costretta a vincere per concludere la stagione alle spalle della Juventus. Sarà miglior attacco contro miglior difesa, Gasperini contro Conte, una sfida dai mille intrecci e assolutamente intrigante. Milanesi che dovranno peraltro sfatare il tabù Bergamo, dove non vincono in campionato dal lontano 2015: da allora sono arrivati due pareggi e due ko.