Cremonese, Palombi: "L'Olimpico è casa mia, Inzaghi come un padre"

Questo pomeriggio, Simone Palombi affronterà la Lazio, che detiene ancora il suo cartellino: la famiglia sarà presente all'Olimpico.
14.01.2020 10:20 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Cremonese, Palombi: "L'Olimpico è casa mia, Inzaghi come un padre"

Un giorno particolare per la famiglia Palombi che, dalle gradinate dello stadio Olimpico, assisterà alla gara tra la Cremonese, squadra in cui milita Simone, e la Lazio, il club di cui sono tifosi e che detiene ancora il cartellino del giovane attaccante. Titolare, il classe ’96 sarà supportato dai genitori e dalla sorella Claudia, calciatrice della Lazio femminile. Papà Gianni, riporta la rassegna stampa di Radiosei, che ha seguito la compagine capitolina nei momenti più importanti della sua storia, ha trasmesso la fede biancoceleste ai figli. Oggi, per uno strano scherzo del destino, una famiglia lazialissima tiferà Cremonese. Simone sarà un avversario per la formazione di Simone Inzaghi, da tenere in grande considerazione. In grigiorosso, il giovane talento sta facendo bene: gioca con continuità nonostante i vari cambi in panchina, ha dato il proprio contributo con gol pesanti contro Crotone e Frosinone. Oggi darà tutto se stesso per vincere e continuare il cammino in Coppa Italia: la famiglia tiferà per lui ma, indipendentemente dal risultato, i Palombi a fine gara saranno contenti. D’altronde, una vittoria della Lazio non potrà mai dispiacergli…

DICHIARAZIONI - Il bomber di Tivoli ha espresso tutta la propria emozione per quello che sarà, di fatto, un ritorno a casa: "L'Olimpico è casa mia, ho vissuto tante emozioni con questa maglia. La Lazio lotterà fino all'ultimo per la vetta della classifica. Noi, però, non partiamo battuti. Inzaghi è stato come un padre, mi ha fatto crescere tanto. Grazie a lui ho esordito in Seriie A e in Europa League". 

Lazio, ecco Escalante: le immagini della prima giornata romana - FT&VD

Lazio, Inzaghi nel pantheon dei grandi: può diventare il tecnico con più presenze

TORNA ALLA HOMEPAGE