FORMELLO - Lazio, ecco Strakosha. E Inzaghi approfondisce la tattica...

03.06.2020 07:25 di Carlo Roscito Twitter:    Vedi letture
Fonte: Carlo Roscito - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
FORMELLO - Lazio, ecco Strakosha. E Inzaghi approfondisce la tattica...

FORMELLO - Allenamento prolungato. Quasi si fosse tornati alla “fase due” della preparazione atletica svolta a maggio: una mattinata in cui Simone Inzaghi divide la rosa in due tra calciatori difensivi e offensivi. Il primo turno è per il reparto arretrato, già in campo prima delle 10: riscaldamento, lavoro di forza, poi le esercitazioni sui movimenti con l’ausilio degli esterni. Lazzari e Marusic da una parte, Jony e Falbo dall’altra. Ora, con le date cerchiate in rosso sul calendario, si approfondisce l’aspetto tattico. Ma la notizia è dalla parte opposta del Fersini: Strakosha si è riaggregato e ha ripreso le sedute agli ordini di Grigioni. Lavoro in solitaria dopo il periodo di piscina e fisioterapia. Carichi ancora soft per l’albanese, nelle ultime settimane alle prese con un’infiammazione al quinto metatarso rimediata correndo sul tapis-roulant. Guerrieri e Alia, gli unici portieri sul campo dalla fine del lockdown, faticano insieme all'altro preparatore biancoceleste Zappalà. 

CAMBIO. Intorno alle 10.30 via i difensori e gli esterni, dentro i centrocampisti centrali e gli attaccanti. Tra questi Adekanye, che dal weekend scorso si è allenato a singhiozzo a causa di un leggero affaticamento muscolare. Squadra quasi al completo. Vavro è l’unico a Formello e non ancora in gruppo: sta risolvendo uno stiramento all’adduttore, ha ripreso a correre in modo differenziato, spera di riunirsi ai compagni a partire dalla prossima settimana. Deve recuperare il tempo e le sgambate persi. Tra un paio di giorni torneranno a Roma i tre calciatori all’estero: Proto, Lukaku e Lulic. Si sottoporranno al doppio tampone (obbligatorio per ogni componente del “gruppo squadra”), ma non saranno necessari i 14 giorni di quarantena. Presto dovrebbero essere aggregati anche Armini e Moro, altri due baby della Primavera.

Pubblicato il 2 giugno alle ore 12.20