Lazio, per Acerbi si parla di stiramento. Ma il Leone punta l'Atalanta...

Francesco Acerbi non vuole mancare più del dovuto. Si parla di stiramento al polpaccio, ma il Leone punta già l'Atalanta.
27.02.2020 08:15 di Francesco Mattogno Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio, per Acerbi si parla di stiramento. Ma il Leone punta l'Atalanta...

Lo chiamavano l'uomo bionico, pare. Leone è solo uno dei tanti soprannomi che ben si addicono a Francesco Acerbi: l'Highlander della Lazio. Tra il 2015 e il 2019 ha giocato 149 partite consecutive, arrivando a -13 dal record assoluto di Javier Zanetti. Salvato in corner da quel rosso maledetto e immeritato che Ace si è beccato a Napoli nella passata stagione. Poi è ripartito, come se nulla fosse successo. Prima di dare forfait a Genova, domenica scorsa, si era fermato proprio nello stesso stadio alla prima giornata di campionato (Sampdoria - Lazio 0-3), quando un problemino muscolare aveva spinto Inzaghi a sostituirlo al 70'. Un recap giusto, necessario, per rendere l'idea della grandezza di Acerbi. Perennemente in campo salvo in queste eccezioni che confermano la regola: Ace è uno che vuole esserci sempre. Ecco perché, come riporta la rassegna stampa di Radiosei, starebbe già cercando di stringere i tempi lavorando notte e giorno sul polpaccio dolorante, il sinistro (si parla di stiramento di 1° grado, da confermare, ndr). Una vera rottura per un calciatore. Ma l'ex Sassuolo non sta lasciando nulla al caso, non esiste altro adesso. Si è trasferito a Formello per dedicare alla riabilitazione ogni secondo utile della giornata, dividendosi tra lavoro in piscina, in palestra e per la fisioterapia. Salterà il Bologna, fa niente. L'obiettivo è tornare il 7 marzo in tempo per la sfida all'Atalanta. Un traguardo ambizioso, complicato, certo. Ma l'uomo bionico ha abituato la Lazio a grandi cose.

LAZIO, IL SERGENTE E' GIA' GRANDE

LAZIO, PARLA VAVRO

TORNA ALLA HOMEPAGE