Lazio, senza Immobile guida Caicedo: il Siviglia se lo ricorda bene

14.02.2019 09:30 di Alessandro Vittori Twitter:   articolo letto 5893 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Lazio, senza Immobile guida Caicedo: il Siviglia se lo ricorda bene

Corsi e ricorsi storici. Tra Immobile, Luis Alberto e Correa che con il Siviglia hanno giocato, in casa Lazio c’è anche chi il club andaluso lo ha affrontato da avversario, segnandogli anche. È Felipe Caicedo, la nuova guida di Inzaghi, costretto a fare a meno proprio di Ciro Immobile. Dopo i 2 gol contro Frosinone ed Empoli che hanno portato 6 punti in classifica, l’ecuadoriano vuole essere decisivo in Europa League. Come riporta la rassegna stampa di Radiosei, il Siviglia evoca buoni ricordi: tre reti, di cui una nel 2010 con la maglia del Malaga e 2 con quella dell’Espanyol tra il 2015 e il 2016. Il bilancio assoluto è negativo con 2 vittorie e 4 sconfitte, ma non troppo considerando i valori delle squadre in cui ha giocato il numero 20.

RIVINCITA - Una motivazione in più per Caicedo sarà anche quello che in Spagna si diceva di lui: “Ottimo centravanti, ma segna poco”. La vendetta è un piatto che va servito freddo e quale migliore occasione del sedicesimo con il Siviglia. Dopo un anno e mezzo dal suo arrivo a Roma non ha dimenticato come veniva descritto in Liga e la risposta vuole darla con i numeri. In Europa League finora ha segnato a Marsiglia (3 nella scorsa edizione), mentre in campionato è a quota 3 tra i quali gli ultimi due consecutivi. In generale nella competizione continentale in carriera ha segnato 12 reti per un bottino di tutto rispetto. Vorrà rimpinguare il bottino contro una squadra spagnola, per cancellare con i fatti quel fastidioso appellativo.