La nuova vita di Ledesma: tra panchina, Academy e Lazio - VIDEO&FOTO

Viaggio nel nuovo mondo di Ledesma, allenatore della Luiss, responsabile dell'Academy e con l'attenzione sempre rivolta alla Lazio
07.09.2019 07:35 di Alessandro Vittori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Video e foto: Alessandro Vittori, montaggio: Federico Marchetti - Lalaziosiamonoi.it
La nuova vita di Ledesma: tra panchina, Academy e Lazio - VIDEO&FOTO

Una nuova vita per Cristian Ledesma, dopo quella sul campo legata alla Lazio. Sarà allenatore della Luiss, dopo aver lanciato in estate la Ledesma Academy, una scuola calcio che ha l'obiettivo di far crescere i bambini secondo i valori sani dello sport. In mezzo a tutto questo il legame eterno con i colori biancocelesti, difeso in campo e trasmesso ai figli. Oggi la redazione de Lalaziosiamonoi.it ha incontrato l'ex centrocampista per una chiacchierata su quello che è il secondo capitolo della sua vita nel calcio. Di seguito alcuni dei passaggi scritti e il video integrale dell'intervista esclusiva.

CLICCA QUI PER IL VIDEO O SCORRI A FINE ARTICOLO

Ieri è arrivato l'annuncio di Ledesma nuovo allenatore della Luiss, che esperienza ti aspetti?

"Sicuramente un'esperienza stimolante, perché sarò sempre nel mondo del calcio, ma con una filosofia diversa. Si va più verso la serietà e l'organizzazione e al di là della categoria mi ha attratto subito il progetto, perché dietro a questa squadra di calcio c'è un'organizzazione diversa da quello che è il calcio professionistico".

Ci descrivi il progetto della Ledesma Academy?

"Il progetto nasce quando mio figlio ha iniziato la scuola calcio. Dopo tre o quattro mesi ho visto i suoi cambiamenti e lì è nata la passione di voler lavorare con i giovani. Cercavo di immedesimarmi nel mister che ha avuto lui all'inizio e pensavo alla soddisfazione che provava nell'aver dato qualcosa a un bambino, che sul campo ha cambiato il modo di correre, calciare. Tutto è nato lì e grazie a Dio abbiamo trovato un posto dove lavorare con condizioni ottime per portare avanti un'idea che è basata sui valori della scuola calcio: il comportamento, l'etica, il rispetto delle regole. Io pretendo dagli istruttori e da noi come scuola calcio in generale di dare qualcosa a questi bambini che i loro genitori ci stanno affidando, tra l'altro pagando anche. Dopo tre mesi, sei mesi, un anno devono ricevere qualcosa, essere contenti di venire qua, devono divertirsi, impegnarsi e imparare".

La Lazio può lottare per un posto Champions, è la favorita o manca qualcosa?

"La favorita sicuramente no. Io credo che quest'anno non è finito un ciclo per l'era Inzaghi, ma si riparte per un secondo step. È importante capire se avrà la conferma di chi c'era prima e l'anno scorso non ha disputato una stagione brillante, e se avrà la crescita generale della squadra e anche dei nuovi".

CLICCA QUI PER VEDERE L'INTERVISTA INTEGRALE

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge

Pubblicato il 6 settembre alle ore 21:40