Lazio - Milan, Banti decisivo: manca un rigore su Parolo. Regolare il gol rossonero

Pubblicato ieri alle 19:57
26.11.2018 07:17 di Francesco Bizzarri Twitter:   articolo letto 21947 volte
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lazio - Milan, Banti decisivo: manca un rigore su Parolo. Regolare il gol rossonero

Pesa l’errore di Luca Banti. Alla Lazio manca un rigore ad inizio ripresa, con Parolo trattenuto da Kessié e a terra in area. Il direttore di gara, tra errori e qualche decisione troppo severa, decide la partita in maniera negativa. Manca alla Lazio anche una punizione dal limite per un tocco di mano di Bakayoko. Sotto il resoconto.

15’ - Bakayoko tocca con il fianco (le immagini non sono chiare) in area. I giocatori della Lazio protestano in maniera timida, Banti fa continuare dopo un check da parte del VAR.

29’ - Gol annullato alla Lazio per fuorigioco. Giusta la segnalazione: Immobile, che serve il pallone a Milinkovic per la rete, è oltre la difesa rossonera.

33’ - Primo giallo della partita per Milinkovic. Decisione troppo severa da parte di Banti.

45’ - Nemmeno un minuto di recupero, eppure si contano almeno 5 perdite di tempo sulle rimesse di Donnarumma. Caso particolare.

SECONDO TEMPO

48’ - Rigore negato alla Lazio, trattenuta di Kessié su Parolo, Banti da due passi lascia correre e non va nemmeno a rivederlo al monitor. Errore grave. Il contatto è netto, il centrocampista della Lazio in questo modo non può arrivare sulla palla.

64’ - Tocco di mano di Bakayoko ai limiti dell’area: Milinkovic chiede a gran voce il fallo di mani, Banti lascia ancora correre. Sbagliando.

80’ - Passano due minuti per capire se Calabria, nell’azione del gol, sia in fuorigioco o meno. Posizione regolare di millimetri.

87' - Altra azione dubbia con tocco di mano di Abate in area: neanche questa volta è calcio di rigore.

90'+3' - Altre proteste per un probabile tocco di mano di Calabria in area. Niente rigore, decisione giusta.

90'+6' - Allontanato anche Inzaghi, secondo Banti per aver troppe volte superato il limite dell'area tecnica.