Lazio, primo successo all’Olimpico: Luis Alberto e Immobile stendono il Bologna

Luis Alberto e Immobile bastano per portare i primi tre punti casalinghi della stagione e risalire in classifica, buona la prima di Reina...
25.10.2020 07:37 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Antoniomaria Pietoso - Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio, primo successo all’Olimpico: Luis Alberto e Immobile stendono il Bologna

Una Lazio cinica e concreta batte il Bologna 2-1. Una magia di Luis Alberto e il centro del solito Immobile bastano ai ragazzi di Inzaghi per superare la squadra di Mihajlovic. Nel finale la rete dell'ex di Lorenzo De Silvestri mette qualche brivido ai biancocelesti che riescono a portare a casa l'intera posta in palio. Ottimo esordio con l'aquila sul petto per Reina, spazio nel finale anche per Andreas Pereira

LE SCELTE -  Turnover massiccio per Simone Inzaghi che deve rinunciare, oltre ai lungodegenti Radu e Lulic, anche a Milinkovic e Strakosha. Esordio per Reina, prima da titolare per Akpa Akpro, mentre in difesa tocca a Hoedt al centro. Gli ospiti recuperano De Silvestri e Mihajlovic conferma il 4-2-3-1 con Orsolini, Soriano e Sansone alle spalle di Palacio.

PRIMO TEMPO – Parte meglio la Lazio con un paio di azioni sulla sinistra sull’asse Luis Alberto- Fares. Dopo le fiammate iniziali, il Bologna inizia a farsi intraprendente alzando il baricentro. La squadra di Inzaghi soffre un po’ sulla mediana e al 12’ gli ospiti vanno in vantaggio con una rasoiata di Svanberg che sorprende Reina. La gioia rossoblù dura poco perché Irrati viene chiamato alla Var e la rete viene annullata per un precedente fallo ai danni di Lucas Leiva. Il pericolo corso non sveglia la squadra di Inzaghi che sembra un po’ risentire gli impegni ravvicinati e le tante assenze. Gli emiliani continuano a premere, ma è la Lazio ad andare molto vicina al vantaggio con un destro di Luis Alberto su cui Skorupski è bravissimo a mettere in angolo. La gara va avanti al piccolo trotto con Orsolini e Palacio da una parte, Correa e Immobile dall’altra che provano ad animarla senza successo. Inzaghi, poi, deve fare i conti con la sfortuna e prima della fine della prima frazione perde Lucas Leiva e Marusic che lasciano il posto a Escalante e Lazzari. Dopo due minuti di recupero e altrettanti corner di Luis Alberto si chiude la prima frazione.

SECONDO TEMPO -  Ripresa che riparte sulla falsa riga dei primi quarantacinque minuti. Lazio che però alza leggermente il ritmo e Akpa Akpro va vicinissimo a bissare il sigillo firmato martedì in Champions. L’ivoriano ruba palla, triangola con Correa e calcia a colpo sicuro trovando il salvataggio disperato di Danilo. Al 54’ si accende Luis Alberto in versione mago: lo spagnolo ruba palla, supera Svanberg ed esplode un destro che si insacca sotto la traversa. Una rete cercata e voluta fortemente dal numero dieci, sembrato il più centrato sin dal primo minuto. La reazione del Bologna arriva con una punizione a girare di Orsolini che scheggia la traversa e termina sul fondo. Inzaghi continua le sue rotazioni e sostituisce Correa con Muriqi. Lazio che gestisce il risultato e al 76’ raddoppia: cross in acrobazia di Fares e preciso stacco di testa di Immobile che non lascia scampo a Skorupski. Girandola di cambi nel Bologna con il neo entrato Barrow che fa fare bella figura a Reina con un tiro insidiosissimo rasoterra che l’estremo difensore si allunga e devia sul fondo.  C’è spazio anche per l’esordio con l’aquila sul petto di Andreas Pereira al posto di un nervosissimo Luis Alberto. Ancora Reina protagonista allo scadere quando si oppone alla conclusione di Vignato. Finale thriller con De Silvestri che accorcia le distanze durante il primo dei quattro minuti di recupero. Un paio di cross spaventano la difesa capitolina che tiene e porta a casa la vittoria.