Sarri, le gare al San Paolo e una famiglia viola: "Ecco per chi tifavo da bambino"

10.06.2021 09:00 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Elena Bravetti - Lalaziosiamonoi.it
Sarri, le gare al San Paolo e una famiglia viola: "Ecco per chi tifavo da bambino"

Vento di cambiamento in casa Lazio, Maurizio Sarri è ufficialmente il nuovo allenatore. Si tratta di una vera rivoluzione dopo cinque stagioni con Simone Inzaghi in panchina. Quello del tecnico ex Juventus è un curriculum di tutto rispetto. Tanta gavetta in Eccellenza, ma altrettanti traguardi raggiunti in Serie A e in Europa. Un percorso segnato dal padre Amerigo, oggi novantenne ma ex dipendente dell'Italsider di Bagnoli. Maurizio nasce dunque a Napoli, ma la sua infanzia è caratterizzata da svariati traslochi e cambi di residenza. La famiglia, dopo tre anni dalla nascita dell'attuale tecnico, si trasferisce infatti a Castro, in provincia di Bergamo. Passano altri due anni e i Sarri si trasferiscono a Faella, frazione del comune di Castelfranco Plandisco, nella provincia di Arezzo.

LA SQUADRA DEL CUORE - Con un'infanzia così movimentata viene difficile indovinare quale fosse la squadra del cuore del neo-allenatore biancoceleste. Lui stesso, tuttavia, l'ha raccontato in una vecchia intervista rilasciata a Sky Sport: "Da bambino ero tifoso del Napoli, ma anche dopo, ho visto delle gare di Maradona al San Paolo, avevo già 26 anni. Tanti zii erano tifosi della Fiorentina, quindi vedevo anche i viola, sono le squadre della vita. Una rappresenta la città dove ho vissuto, mio nonno abitaba a Piazza Alberti che è 400 metri dallo stadio di Firenze, e Napoli dove sono nato. Da bambino ero convinto che fosse logico tifare per la città dove si è nati. Quando ero piccolo ero l'unico tifoso del Napoli, ma poi sono venuti altri ed eravamo di più".

Diritti Tv, mossa a sorpresa di Sky: mezzo miliardo offerto a Dazn per la Serie A

Lazio, annunciato lo staff tecnico di Sarri: il comunicato

TORNA ALLA HOMEPAGE