Hernanes chirurgico: “Gol importante per la squadra e per il derby. Domenica? È sempre una finale!"

Pubblicato il 19/09 alle 23:04
20.09.2013 07:12 di Davide Capogrossi Twitter:   articolo letto 6756 volte
Fonte: Davide Capogrossi/Saverio Cucina/Manuel Pasquini - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Insidefoto/Image Sport
Hernanes chirurgico: “Gol importante per la squadra e per il derby. Domenica? È sempre una finale!"

AGGIORNAMENTO ORE 2.30 - La vittoria della Lazio nasce ancora prima della notte dell'Olimpico, prende corpo fin dai campi di Formello. A svelare il simpatico aneddoto è lo stesso Hernanes che, attraverso la sua pagina Facebook, spiega: "Dopo la partita contro il Legia Varsavia ero molto contento, soprattutto perchè abbiamo vinto e perchè ho segnato, però questa volta in un modo non abituale, ho segnato di testa e ho regalato la mia maglia  a Stefano Delagrotti, il nostro magazziniere, perchè ieri dopo che l'allenamento era finito se ne erano andati quasi tutti, siamo rimasti io e lui che mi lanciava la palla ed io dovevo colpirla di testa! Grande Stefano e ne approfitto per fare un saluto a tutti i magazzinieri che lavorano con noi!"

Una rete attesa fin dal suo sbarco in Italia. E’ la prima firma europea di Hernanes, ad esclusione delle gare di playoff, un gol prezioso che ha regalato i primi tre punti nel gruppo J e che ha sbloccato una partita tutt’altro che semplice contro un Legia Varsavia decisamente ostico: “ Nel primo tempo loro erano eccitati di giocare qui – ha dichiarato ai microfoni di Mediaset Premium - e ci hanno messo in difficoltà, queste sono squadre non tanto conosciute in Europa, serve l’approccio giusto. Nel primo tempo abbiamo sofferto poi abbiamo preso le misure e abbiamo fatto un bel secondo tempo”. Una rete importante ai fini del risultato, un antipasto gustoso per il derby di domenica, la sfida più sentita della stagione: “E’ stato importante non solo per me ma per tutta la squadra, avevamo bisogno di vincere in casa la prima partita europea, sono felice per il gol perché ha aiutato la squadra, ci voleva questa vittoria per cominciare bene in Europa e per acquisire una buona fiducia per il Derby. La mia condizione può sempre migliorare”.

Intervenuto anche in mixed zone, il Profeta ha poi aggiunto: “Ci teniamo molto all’Europa e abbiamo la stessa voglia dell’anno scorso di fare una bella figura. Oggi tre punti importanti. Difficoltà nel primo tempo? All’inizio è stata dura, loro erano molto concentrati e pressavano molto alti, ma non potevano tenere quel ritmo per tutta la gara. Nel secondo tempo però abbiamo avuto il controllo della partita. Gran palla di Keita! È vero non è una mia qualità il colpo di testa, ma adesso lo diventerà. Un chiaro riferimento poi al Derby con la Roma:La partita di domenica io la considero sempre una finale. Abbiamo due finali ogni anno. Ora la prima, poi ci sarà quell’altra nel girone di ritorno e bisognerà dare tutto e giocare col cuore. Sento la voglia di far bene. Sarà una gara diversa dal 26 maggio ma ci teniamo lo stesso a far bene. Dobbiamo al momento non pensare a quella vittoria e ricominciare da capo, come esercizio mentale. Nel Derby non c'è mai una favorita. Loro hanno cominciato meglio ma nel Derby tutto si cancella. È una sfida unica”.

Il suo gol ha regalato la vittoria a questa Lazio nella prima gara di Europa League, una rete che vale tre punti quella di Hernanes che parla così ai microfoni di Lazio Style Channel. Rete arrivata sull'assist del giovane Keita: “Abbiamo tanti giovani in rosa c'è Cavanda, Onazi, Crecco e Keita, questo vuol dire che si fa un buon lavoro nel settore giovanile e fa piacere. Abbiamo bisogno di questi ragazzi, perchè quest'anno giocheremo tante gare”. Primo tempo con qualche difficoltà, ma nella ripresa è uscita fuori la vera Lazio: “Il loro all'inizio ci hanno messo in difficoltà, è normale per loro venire a giocare a Roma e metterci tanta adrenalina per questo all'inizio hanno impresso molto ritmo. Nel secondo tempo, loro sono calati e noi li abbiamo messi in difficoltà”. Ora si può pensare al derby di domenica: “La vittoria ci da ancora più fiducia e morale, perchè vincendo si impara a vincere. Al di la del campionato noi teniamo molto anche all'Europa e vogliamo arrivare più lontano possibile”.