Lazio, la media tifosi batte quella della Roma: tutti i dati

14.03.2019 10:00 di Laura Castellani Twitter:   articolo letto 13742 volte
Fonte: Laura Castellani - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, la media tifosi batte quella della Roma: tutti i dati

In controtendenza con le immagini di stadi svuotati e schiere di appassionati sempre più impigriti davanti alla tv, arriva il numero di spettatori della 27esima giornata: 276.000, una cifra che stabilisce un nuovo record per il girone di ritorno. Più gente allo stadio? Sembrerebbe di sì. Una corrente generale che riguarda soprattutto le big del nostro calcio, Lazio compresa. Anzi, proprio il netto incremento partecipativo dei suoi sostenitori ha fatto ottenere al club biancoceleste il maggior quoziente di crescita: una statistica pubblicata a febbraio da Calcioefinanza.it, in relazione al girone d'andata, parlava di un aumento del 24,9% di presenze all'Olimpico rispetto all'anno scorso. Nessun'altra top di Serie A è riuscita a fare altrettanto.

LAZIO - ROMA, IL DERBY DEI TIFOSI - Non solo: dopo 13 gare casalinghe (derby compreso), la Lazio ha registrato uno standard di 35.654 spettatori. Un dato superiore a quello della Roma, con una media di 34.549 tifosi all'Olimpico. Certo, si potrebbe fare ancora meglio. D'altronde, il tema è uno di quelli cari al direttore sportivo Igli Tare, che in diverse occasioni ha lamentato una cornice di pubblico non adeguata. Eppure, i numeri smentiscono alcuni luoghi comuni. In primis, quello di una tifoseria eccessivamente influenzata dal risultato: il livello di questo campionato è finora superiore a quello dello scorso anno, quando la corsa Champions appariva più costante e meno frastagliata. In secondo luogo, le statistiche sconfessano l'idea secondo la quale maggiore passionalità albergherebbe sulla sponda giallorossa del Tevere. Insomma, la decantata numerosità dei sostenitori romanisti sarà pure un aiutino, ma non sufficiente a battere i laziali, quanto a presenze allo stadio.

LAZIO E LE ALTRE BIG NEL GIRONE DI ANDATA - Un grande salto in avanti per la Lazio (+24,9%, da una media spettatori di 25.556), un pesante tonfo per il Napoli, che alla fine del girone d'andata registrava una sensibile diminuzione (-36,7%). Le altre big hanno visto tassi di crescita tutto sommato irrisori: il dato della Juventus è aumentato solamente dello 0,6%, quello della Roma del 2,1%. Più incisive le cifre che riguardano l'Inter: un +6,5% rispetto alla prima metà del campionato dello scorso anno. 

LAZIO, CONTINUA CRESCITA - Dopo 13 gare in casa, la Lazio ha ospitato all'Olimpico in totale 463.497 tifosi, con una media di 35.654 spettatori a match. La tendenza è quella di una crescita continua: l'anno scorso, a fine stagione, i sostenitori allo stadio erano stati 619.254, con uno standard di 32.592 a partita. Il balzo in avanti è ancora più sostanzioso se messo in relazione con le due stagioni precedenti. Quel famoso Lazio-Sassuolo del 23 febbraio 2014 - l'inizio di una manifestazione di dissenso che avrebbe poi lasciato lo stadio semivuoto - è destinato a fare da spartiacque. A maggio 2014 il pubblico laziale avrebbe raggiunto comunque una media di 36.004 spettatori a partita, ma nelle due annate successive il dato sarebbe stato decisamente più impietoso: media di 21.063 spettatori nel 2015/2016, di 20.400 nel 2016/2017. Cifre che significano 400.188 e 387.600 tifosi totali a stagione. Somme che, secondo le statistiche di Transfermarkt, gli spettatori laziali hanno già superato in queste prime 13 gare, derby compreso, per un totale di 463.497 tifosi all'Olimpico. Si continua a crescere: la Lazio, per farlo, ha bisogno del suo dodicesimo uomo in campo.