Lazio, Lazzari: “Questi i nostri obiettivi. Ritiro? C’è entusiasmo e…”

11.07.2022 19:25 di Martina Barnabei Twitter:    vedi letture
Lazio, Lazzari: “Questi i nostri obiettivi. Ritiro? C’è entusiasmo e…”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Ai microfoni di Lazio Style Radio è intervenuto Manuel Lazzari per raccontare questi primi giorni di ritiro e svelare gli obiettivi della prossima stagione, personali e di squadra. Queste le sue parole: “L'amichevole di ieri serviva per iniziare nel migliore dei modi e prendere il feeling con il campo. Non siamo stanchi, dobbiamo continuare a lavorare così. Oggi il mister ci ha concesso mezza giornata libera, utile per recuperare le forze. Già da domani ricominceremo con le doppie, il ritiro è stancante ma serve per mettere benzina nelle gambe. Non ho fatto molte vacanze perché ho dovuto fare qualche settimana di terapia al pube, ho iniziato ad allenarmi gradualmente e sono arrivato in ritiro già pronto. Sono felice di come abbiamo iniziato e dobbiamo continuare così. Se l’anno scorso ero carico per iniziare, quest’anno lo sono di più. Ho imparato un ruolo nuovo, posso attaccare, difendere e fare qualsiasi cosa. Devo migliorare nella fase difensiva, ma giocare contro attaccanti come Felipe Anderson, Pedro e Zaccagni è normale che uno migliori. Devo continuare così e cercherò di fare il possibile per aiutare la squadra. Se mi vedo nel tridente? Non molto. Diciamo che le mie qualità migliori sono quando parto da dietro in velocità o faccio l’uno due, spalle alla porta non è il mio calcio. Sono contento di fare il terzino e va bene così”

ANDERSON E MILINKOVIC – “Beh diciamo che quando giochi con giocatori così tecnici e forti è un piacere, diventi ancora più forte. Con Sergej è il quarto anno che giochiamo insieme, con Felipe il secondo e ci troviamo a meraviglia. L’asse come a Empoli? Speriamo che succeda anche quest’anno, sarebbe il terzo campionato di fila che segno alla prima giornata. Proprietario della fascia? Penso che una squadra quando gioca in Europa, in Coppa Italia e campionato debba avere due tre giocatori per ruolo, la concorrenza fa solo che bene quindi ben venga”

OBIETTIVI “L’anno scorso ho fatto tre gol, quest’anno spero di farne quattro questo il mio obiettivo personale. A Sassuolo è stato uno dei miei miglior gol da quando ho iniziato a fare il calciatore, ho segnato di sinistro da fuori area e quello è già un mezzo miracolo. A livello di squadra bisogna migliorare la posizione della classifica che significa Champions League. Bisogna mettercela tutta, già dal primo giorno di ritiro abbiamo capito qual è il nostro obiettivo e lavoriamo per quello. Sicuramente ognuno di noi vuole migliorare il campionato dell’anno scorso, se l’anno passato era una novità ora non è lo più sappiamo come giocare e cosa fare in campo. Dobbiamo migliorarci e centrare qualcosa di importante. Fuori dal campo? Continua la crescita come uomo, sono otto mesi che è nata la mia bimba e l’anno prossimo mi sposo. La mia vita privata va a gonfie vele e sono contentissimo sia del mio lavoro sia della vita privata”

RITIRO “Beh diciamo che quest’anno c’è grandissimo entusiasmo, sono arrivati giocatori nuovi e altri ne arriveranno. Già dall’anno scorso con l’arrivo di Sarri, che ha rivoluzionato il tutto, abbiamo cambiato il modo di giocare ed è un calcio offensivo che ci piace. Dobbiamo continuare a seguire il mister perché così ci toglieremo grandi soddisfazioni. Ruolo? Io facevo il quinto, ho cambiato totalmente ci ho messo mesi per impararlo bene poi magari arriva un giocatore già pronto e non ha problemi”

CLICCA QUI PER TORNARE IN HOME PAGE