Lazio, Pedro: "Champions prioritaria. Quarto posto? Si può fare di più"

16.12.2022 10:30 di Lalaziosiamonoi Redazione   vedi letture
Fonte: Antonio Pilato - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, Pedro: "Champions prioritaria. Quarto posto? Si può fare di più"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Intervistato da Il Messaggero l'esterno offensivo della Lazio Pedro ha raccontato le sue sensazioni circa la prima parte di stagione della Lazio a suo modo di vedere positiva. Al contempo secondo l'ex Barca, la squadra di mister Sarri può ancora migliorare: "La Champions League è l'obiettivo prioritario. Poi vedremo cosa faremo in Coppa Italia e in Conference League. Abbiamo enormi margini di miglioramento. Dobbiamo proseguire su questa scia e trascinarci l'entusiasmo di questo ritiro a gennaio. Molte big potrebbero accusare le fatiche mondiali dei loro giocatori. Noi dovremo farci trovare pronti ed approfittare di ogni loro passo falso".  

Lo spagnolo ha poi parlato anche di Luis Alberto e Milinkovic che ormai da qualche tempo sono al centro di rumors di mercato. In entrambi i casi il numero 9 biancoceleste ha suggerito ai suoi compagni di squadra di proseguire alla Lazio, in modo tale da contribuire al percorso di crescita del club. Per quanto riguarda invece il suo futuro, non si è sbilanciato. Vuole concentrarsi sul campo per raggiungere gli obiettivi della squadra. Poi a tempo debito vedrà sul da farsi. Dovrà però resistere ai continui assalti del presidente Lotito che vuole la sua permanenza ad ogni costo. Fin dal primo momento ha apprezzato le sue qualità tecniche ed umane, ragion per cui il patron non vuole lasciarselo sfuggire dopo averlo preso dalla Roma lo scorso anno. E a proposito dei giallorossi Pedro si è detto felice del suo passaggio alla Lazio e di aver segnato nel derby. Sulla sua Spagna si è detto rammaricato. Pensava potesse arrivare in fondo, ma è fiducioso per il futuro visti i tanti giovani a disposizione della Roja. La battuta conclusiva è dedicata al suo caro amico Messi a cui ha augurato di alzare al cielo la Coppa del Mondo per mettere la ciliegina sulla torta ad una carriera straordinaria.