Lazio, Radu: "Darò sempre tutto per questa maglia. Rimonte? La storia continua"

01.07.2020 07:23 di Alessandro Menghi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Menghi - Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
Lazio, Radu: "Darò sempre tutto per questa maglia. Rimonte? La storia continua"

Ai microfoni di Sky è intervenuto Radu per commentare la vittoria contro il Torino: "La squadra ha dimostrato da inizio campionato che ha carattere, tante partite le abbiamo vinte alla fine. Oggi la storia continua, la squadra non molla e per 90’ lottiamo per ottenere la vittoria. È stata dura andare sotto subito, ci è cambiato tutto. Loro si sono chiusi, ci concedeva pochissimo ed era difficile rimontare lo svantaggio. Dissidio ad inizio anno? Ho raggiunto il gruppo tardi però mi sono trovato pronto e ho promesso che darò tutto per la Lazio. È difficile parlare di quel periodo, è passato però. Giochi tu attaccante con il Milan? Sarà difficile, ma la squadra sta dimostrando che ha la voglia di vincere anche con le assenze".

Radu è intervenuto anche ai microfoni di Lazio Style Channel: “Quest’anno la squadra purtroppo è andata tante volte in svantaggio, ma ha ribaltato spesso il risultato. È difficile quando parti sotto di un gol, la gara diventa più complicata perché gli altri si chiudono e devi correre di più. Questo gruppo ha carattere, si vede che non molla mai perché siamo forte mentalmente. Per partire così tante volte sotto e poi vincere, significa che di testa sei forte. Il Torino è una squadra fisica, ma questo tipo di compagini soffrono il nostro gioco palla a terra. Dal campo sentivamo più Inzaghi che Farris, si faceva sentire bene. Condizione? Dopo il Covid è stato difficile per tutti ripartire, c’è più stanchezza mentale che fisica. Piano piano riprenderemo la forma che avevamo prima della pandemia, si vedrà una Lazio ancora più bella. Milan? Mancheranno gli attaccanti, ma c’è ancora Correa per fortuna (ride, ndr). Non sarà facile, l’infermeria è ancora piena. Abbiamo un giorno in più di riposo e speriamo di recuperare almeno un paio di ragazzi perché ora ci servono”.

Pubblicato il 30/06/2020 alle ore 22:16