Benevento - Lazio, Pippo Inzaghi: "Sarà difficile sfidare Simone"

14.12.2020 18:51 di Alessandro Vittori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Benevento - Lazio, Pippo Inzaghi: "Sarà difficile sfidare Simone"

Seconda volta contro, Pippo contro Simone Inzaghi. Il 26 dicembre 2018 in Bologna - Lazio ci fu la prima sfida, domani al Vigorito tra Benevento e biancocelesti ancora i due fratelli a sfidarsi. Il tecnico del Benevento ha parlato in conferenza stampa per presentare la partita.

Sfida tra fratelli, fatto unico nella storia del calcio. Che sensazioni prova?

"Sarà difficile averlo vicino come avversario, per la stima e per l'amore che c'è. Naturalmente penseremo alle rispettive squadre sperando di vincere la partita, ci godremo il momento sapendo che le nostre famiglie, i nostri genitori e i nostri nipoti si emozioneranno tanto e ricorderanno per sempre questa giornata".

Viola sarà pronto per domani?

"È convocato, finalmente sta bene e si allena da tre giorni stabilmente con la squadra. Non è pronto per giocare dall'inizio, è fuori da marzo e ci vorrà del tempo. Averlo recuperato, però, ci fa tanto piacere e ci dà grande soddisfazione. Non ha più dolori, è un'arma in più per raggiungere i nostri obiettivi".

Moncini recupera?

"No, purtroppo ha un problema alla caviglia dalla trasferta di Firenze e ha ancora dolore. Aspettiamo di capire se ci sarà contro Udinese e Genoa, la mia speranza comunque è di averlo a disposizione prima di fine dicembre".

Farà riposare calciatori come Improta ed Hetemaj che stanno giocando da tanto tempo?

"Abbiamo recuperato tutti, non stravolgerò una squadra che sta facendo ottime partite. Ho dubbi perchè si stanno allenando tutti bene, ma la condizione psicofisica generale è ottima e sono molto fiducioso a prescindere da chi scenderà in campo".

Iago Falque dal primo minuto?

"Ci vuole cautela. Aveva 15-20 minuti nelle gambe, a Sassuolo ha fatto benissimo. Non so se schierarlo dall'inizio o metterlo in campo per una mezz'ora, ma vale lo stesso discorso fatto per Viola. È un'arma in più per noi, sappiamo tutti quanta qualità abbia e che tipo di calciatore sia".

Potrà cambiare qualcosa a livello difensivo?

"Purtroppo abbiamo perso Maggio per un problema muscolare e anche un calciatore come Caldirola. C'è Foulon che ha recuperato, un terzino che sta lavorando benissimo e che potrebbe trovare spazio se domani mattina, nell'ultimo allenamento, vedrò qualcuno un pochino stanco".

In zona retrocessione ci sono realtà come Torino e Fiorentina, questo è un vantaggio?

"Mi aveva dato fastidio leggere che il Benevento era retrocesso ancor prima di iniziare, quanto fatto l'anno scorso in serie B conferma che meritavamo maggior credito. Pazienza, so io quanto stiamo lavorando e che soddisfazioni mi stanno dando questi ragazzi. Siamo orgogliosi della prestazione fatta col Sassuolo: se non saremo squadra daremo ragione a chi ci aveva condannato in partenza, viceversa ci divertiremo e renderemo difficile la vita a tutti".

Attaccanti a secco dalla trasferta di Verona, preoccupato?

"Assolutamente no. I nostri attaccanti sono i primi difensori, le occasioni le creiamo come accaduto a Sassuolo con 30 tiri in porta. Non sempre i portieri faranno i miracoli o prenderemo la traversa, presto si sbloccheranno e ci condurranno alla salvezza".

BENEVENTO - LAZIO, LE ULTIME DA FORMELLO

LAZIO, LOTITO COMMENTA IL SORTEGGIO CHAMPIONS

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME PAGE DEL SITO