Estorsione, Miccoli condannato in appello a tre anni e mezzo di carcere

08.01.2020 20:45 di Federico Marchetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: SkyTG24
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Estorsione, Miccoli condannato in appello a tre anni e mezzo di carcere

L'ex capitano del Palermo Fabrizio Miccoli è stato condannato in appello a 3 anni e 6 mesi di reclusione per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Come riporta SkyTG24, la sentenza pronunciata dalla prima sezione penale della Corte di appello del capoluogo siciliano, presieduta da Massimo Corleo, ha confermato quella di primo grado. Miccoli è accusato di aver chiesto a Mauro Lauricella, figlio di Nino, un mafioso del quartiere Kalsa, di riscuotere ventimila euro, frutto della cessione della discoteca Paparazzi di Isola delle Femmine, dall'imprenditore Andrea Graffagnini per conto di un suo amico. I legali di Miccoli hanno parlato di "condanna che non ha rispondenza con i fatti" e hanno annunciato ricorso in Cassazione.