Lazio - Inter, dal pianto di Ronaldo allo striscione ‘Oh nooo’: una gara dal profumo di Scudetto

Quella di domenica sera contro l'Inter sarà una gara dal profumo di Scudetto: tutti i precedenti che hanno fatto la storia delle due compagini.
14.02.2020 11:15 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Lazio - Inter, dal pianto di Ronaldo allo striscione ‘Oh nooo’: una gara dal profumo di Scudetto

Domenica sera all’Olimpico una gara che profuma di Scudetto. Questa volta il confronto riguarda entrambe in maniera diretta, come mai era accaduto prima d’ora. Lazio-Inter, infatti, ha avuto spesso il sapore del tricolore, ma solo di riflesso. Come, per esempio, il 5 maggio del 2002, quando i nerazzurri, con una vittoria a Roma, avrebbero messo le mani sul titolo. Il destino beffardo, però, fece in modo che la Lazio, in gol per due volte con Poborsky ed una con Simeone, si aggiudicò la vittoria. Le lacrime di Ronaldo su una delle due panchine sono ben impresse negli occhi dei tifosi meneghini, che si sono visti strappare lo Scudetto dalla Juventus, che li sorpassò in quel di Udine.

OH NOOO! - Ben diversa la situazione il 2 maggio del 2010, quando l’Inter riuscì a imporsi sulla Lazio 2 a 0. A decidere il match i gol di Samuel e Thiago Motta, con cui venne preclusa alla Roma la possibilità di concludere la stagione da prima in classifica. Alla prima rete nerazzurra, lo striscione esibito dai biancocelesti fece capire l’umore del popolo laziale di fronte alla sconfitta: “Oh noooo”. Si arriva, dunque, al 20 maggio del 2018. In quell’occasione in palio non c’era lo Scudetto, bensì la qualificazione in Champions. Il match finì 3-2 per l’Inter, con la Lazio che disse addio ai sogni di gloria. Continua a causare polemiche, a distanza di anni, la presenza in campo di de Vrij, di lì a poco tra le fila della formazione di Spalletti. Infine, tra i match che hanno fatto la storia, riporta la rassegna stampa di Radiosei, c’è senza dubbio quello del 1998 al Parco dei Principi, quando le due compagini si giocarono la Coppa Uefa, con l’Inter di Simoni che alzò il trofeo al cielo. Indimenticabile la finale di Coppa Italia del 18 maggio 2000, a quattro giorni di distanza dal secondo Scudetto della Lazio, che Alessandro Nesta prese tra le proprie mani. Infine, le due squadre di sfidarono anche in quel di Pechino. In palio la Supercoppa Italiana del 2009, vinta dalla Lazio di Ballardini.

Luis Alberto, parla il preparatore: “Vi svelo i segreti del Mago…”

Serie A, Lazio - Inter: la designazione arbitrale

TORNA ALLA HOMEPAGE