Calciomercato Lazio, cosa succede in estate? La situazione reparto per reparto

I biancocelesti stanno pianificando cosa fare in vista della prossima stagione. Ecco qual è la situazione del mercato laziale al momento.
18.03.2020 07:35 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
Calciomercato Lazio, cosa succede in estate? La situazione reparto per reparto

Stop forzato, niente campo e tanta amarezza perché la Lazio viaggiava a vele spiegate, senza intoppi, in una marcia senza precedenti nell’era Lotito. L’emergenza coronavirus però è qualcosa di troppo grande, impossibile non fermarsi e omologare il calcio a quella che è la situazione del Paese. La pausa imposta dagli eventi, però, può portare a riflessioni e a una panificazione ancor più dettagliate del futuro. La Lazio sa che con tutta probabilità, nella prossima stagione, giocherà la Champions, un palcoscenico con cui non si confronta dal 2007 e c’è tutta l’intenzione di fare bella figura e non recitare la parte della semplice comparsa. Giocare la coppa più importante poi porta con sé un dispendio di energie fisiche e mentali che dovrà essere ammortizzato da una rosa profonda e di livello. Lotito, Tare e Inzaghi lo sanno meglio di chiunque altro e per questo stanno sondando il mercato alla ricerca di profili che possano garantire qualità ed esperienza alla rosa. 

PORTA - Occhio alla situazione di Proto. Il belga è in scadenza nel 2021, potrebbe rimanere un altro anno, ma se dovesse decidere di tornare in patria o dire basta col calcio, occhio a Micai, oggi alla Salernitana, che potrebbe arrivare a Roma per vestire i panni del secondo. Strakosha rinnoverà fino al 2025 e sarà il portiere titolare della Lazio, a meno che a Formello non arrivi una proposta da 45-50 milioni.

DIFESA - Nel reparto arretrato vanno monitorate le situazioni di Bastos e Luiz Felipe. L’angolano ha il contratto in scadenza nel 2021, ha cambiato agente e s’è affidato a Federico Pastorello i cui rapporti con la Lazio sono ottimi. Il rinnovo, però, non sembra imminente e se non dovesse arrivare entro l’estate, ecco che Bastos potrebbe partire. Lotito lo valuta 7-8 milioni, piace in Premier, lo scorso anno s’erano avvicinate Leicester e Watford. Luiz Felipe, invece, ha ancora due anni di contratto, la Lazio vorrebbe rinnovare, sta forzando per trovare l’accordo, non c’è ancora la fumata bianca. Sul brasiliano è piombato il Barcellona, dalla Catalogna confermano l’interesse. Non solo i blaugrana. Però. Luiz Felipe ha estimatori anche in Italia, Germania e Inghilterra. La Lazio lo valuta 40 milioni, ma la priorità è tenerlo, nessuno a Formello vuole privarsi del classe ’97, per questo c’è fiducia affinché si possa arrivare al rinnovo fino al 2025. Tare però pensa anche a un colpo in entrata. I nomi sul taccuino sono tanti, ma tre sembrano essere i più gettonati. Il preferito del ds è Marash Kumbulla. Il difensore albanese del Verona costa 25 milioni, una cifra che però ha dimostrato di valere, giocando fin qui un campionato da assoluto protagonista sotto la guida di Juric. Kumbulla è abituato a giocare a tre, può agire da centrale e da centrosinistra, è un 2000, quindi ha dalla sua prospettiva e margini di miglioramento. La concorrenza è spietata, su Kumbulla ci sono Juventus, Inter, Napoli, Chelsea. Il top, insomma. Piacciono anche Nacho e Lovren. Costi del cartellino simili (20 milioni), ma ingaggi decisamente più pesanti rispetto a Kumbulla. Lovren guadagna poco meno di 5 milioni a stagione, mentre Nacho percepisce 4 milioni all’anno. Rispetto a Kumbulla, però, possono vantare maggiore esperienza soprattutto a livello di Champions. 

CENTROCAMPO - In mediana un colpo è già stato piazzato. Gonzalo Escalante ha firmato e sarà un giocatore della Lazio dal primo luglio. È una mezzala di lotta e di governo, sarà il vice Milinkovic nell’idea della società. Parolo va verso il rinnovo, Cataldi è una certezza. Se Luis Alberto e Milinkovic dovessero rimanere, quindi, difficile immaginare altri acquisti in mediana. Se invece uno dei due dovesse partire e portare nelle casse cifre pesanti, allora Tare si muoverebbe per regalare a Inzaghi un top player. Qualche intervento verrà fatto invece sugli esterni. A destra Lazzari e Marusic danno garanzie. Il montenegrino ha dimostrato di essere più di una riserva, ma non è incedibile, dovesse arrivare una proposta da 15 milioni, potrebbe salutare. A quel punto andrebbe rintracciato sul mercato un giocatore con caratteristiche simile alle sue e diverse da quelle di Lazzari. A sinistra, invece, si cercherà di piazzare Lukaku e anche Jony è in bilico. Lo spagnolo sta migliorando, ma se dalla Spagna dovesse provenire un’offerta superiore ai sei milioni, allora ecco che nessuno si opporrebbe alla sua cessione. Lulic ha rinnovato, rimarrà un altro anno, ma l’intenzione di Tare è trovare un calciatore che possa prendere i gradi del titolare a sinistra, per non costringere agli straordinari un giocatore che va per i 35 anni e reduce da un problema importante alla caviglia. 

ATTACCO - Immobile e Caicedo sono intoccabili. Correa idem, ma nel contratto del Tucu è presente una clausola rescissoria da circa 80 milioni. Dovesse arrivare una proposta del genere (e il giocatore accettasse il trasferimento) allora lo scenario cambierebbe. Ma rimanendo così le cose, ecco che l’innesto sarebbe solo uno. Giroud piace, l’infatuazione non s’è sopita, potrebbe essere preso a parametro zero, garantirebbe esperienza in ottica Champions e tanta qualità. La Lazio ci sta ancora provando, ma gli ostacoli restano tanti. Il francese ha tanti corteggiatori, potrebbe decidere di rimanere in Premier, così da non sradicare la famiglia da Londra, città in cui vive da otto anni. È stato proposto Ianis Hagi, gioca nei Rangers, è in prestito dal Genk, gli scozzesi possono riscattarlo, ma il romeno preferirebbe misurarsi in un campionato più competitivo. Costa 5-6 milioni, è una seconda punta tecnica, è imprendibile nell’uno contro uno, sa calciare bene da fermo, ha caratteristiche diverse da Giroud, bisognerà valutare bene come intervenire per rinforzare un attacco da 74 gol in stagione fin qui. 

Pubblicato il 17/03 alle 18:00