Calciomercato Lazio, talento e ambizione: i biancocelesti seguono Hagi

Il romeno, figlio del grande Gheorghe, è un nome che piace al ds della Lazio. Hagi è in prestito con diritto di riscatto ai Rangers.
03.03.2020 12:02 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Alessandro Zappulla; MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
Calciomercato Lazio, talento e ambizione: i biancocelesti seguono Hagi

Occhi su Ianis Hagi. La Lazio pensa già al futuro, la Champions è (quasi) in ghiaccio, potrebbe garantire introiti diversi rispetto al passato, bisogna ragionare sul mercato che verrà e che sarà per forza di cose di altro profilo per affrontare una competizione impegnativa come quella più importante. Un mercato che andrà vissuto intensamente, perché sono tanti gli aspetti da considerare. Compresi i movimenti che ci saranno intorno ai top player biancocelesti. Una stagione come quella che sta vivendo la Lazio è come nettare e le api sono i grandi club europei. Sarebbe sciocco illudersi che non arriveranno offerte clamorose sul tavolo di Lotito e Tare, offerte per giocatori straordinari come Milinkovic e Luis Alberto, Immobile e Correa. Bisognerà capire quindi la volontà dei calciatori e della società. La Lazio ha sempre dimostrato di non dover vendere a tutti i costi, Lotito resiste anche a offerte mostruose, se il giocatore non forza per andar via, allora la cessione non si materializza. Il budget per far marcato sarà diverso dal passato. Quindi. Ma quantificarlo ora è impossibile.

TALENTO - Così la Lazio, intanto, opera come sempre e lavora per portare a casa talenti in rampa di lancio, nomi non ancora di grido, ma che possono diventare top player. Hai può essere uno di questi. Ianis è il figlio di Gheorghe, il più importante giocatore nella storia del calcio romeno, il figlio ne ha ereditato la classe, ma deve fare strada, deve crescere tanto per ricalcare le orme del papà. Oggi Hagi junior gioca nei Rangers Glasgow, è arrivato in Scozia a gennaio, giunto alla corte di Gerrard in prestito con diritto di riscatto dal Genk. In Belgio non s’era imposto, anche se il suo rendimento non era stato trascurabile: 14 presenze, tre gol e quattro assist nella prima metà del campionato a cui aggiungere cinque presenze in Champions League. Il Genk ha deciso di lasciarlo andare, ha concesso il diritto di riscatto ai Rangers. Hagi ha da subito fatto innamorare Ibrox: sette presenze, tre gol e due assist tra campionato ed Europa League. Memorabile la doppietta che ha consentito ai Gers di rimontare e ribaltare il Braga nell’andata dei sedicesimi di finale della seconda competizione europea. Hagi è un ’98, compirà 22 anni a ottobre, è un jolly offensivo che può muoversi da trequartista, seconda punta ed esterno d’attacco. È alto 182 cm, ma fisicamente deve rinforzarsi, da questo punto di vista il campionato scozzese può aiutare. Ha grandi doti tecniche, è abile nel dribbling, sa calciare con entrambi i piedi ed è uno specialista dei calci da fermo.

SCENARI - La Lazio lo monitorava già in autunno, il prestito ai Rangers ha cambiato le carte in tavola. Il club di Glasgow può usufruire del diritto di riscatto, può acquistare il giocatore a titolo definitivo e poi magari decidere di rivenderlo. Dipenderà anche dal calciatore, dalla sua volontà. Cosa s’intende? Hagi è passato dal settore giovanile della Fiorentina, ha anche esordito in Serie A con i viola che, però, non gli hanno dato fiducia e l’hanno poi ceduto al Vitorul in Romania. Hagi potrebbe sognare il riscatto in Italia, ma soprattutto potrebbe volere il grande salto in Serie A. Un campionato con un blasone diverso rispetto alla Scottish Premiership. Hagi viene descritto come un ragazzo ambizioso, voglioso di migliorarsi, di misurarsi con i palcoscenici più importanti. La Lazio potrebbe lavorare su questo, fare leva sulla Champions, sulla Serie A, sulla possibilità di giocare accanto a grandi calciatori. Oggi Hagi viene valutato 5 milioni di euro, la sua valutazione può crescere se dovesse confermare le ottime prestazioni prodotte fin qui. È un nome da monitorare, da tenere a mente, non può essere escluso dalla lista dei possibili obiettivi. Hagi piace a Tare, qualche contatto con l'entourage c'è stato, ma nulla è stato approfondito. Può essere un acquisto low cost e di prospettiva, un tassello utile da inserire in rosa diventando un jolly offensivo. Il futuro dirà se la pista può prendere quota e Hagi avvicinarsi davvero alla Lazio. 

Pubblicato il 01/03

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Serie A, classifica assist: Luis Alberto leader maximo

Whoscored, quanta Lazio nella miglior formazione della settimana - FT

TORNA ALLA HOMEPAGE