Lazio ai quarti, missione compiuta: Muriqi ci mette lo zampino, Parma battuto

I biancocelesti battono la squadra di D'Aversa e accedono ai quarti di Coppa Italia
22.01.2021 07:30 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lazio ai quarti, missione compiuta: Muriqi ci mette lo zampino, Parma battuto

Una settimana decisamente laziale s’arricchisce di un altro bel capitolo: si compie al 90’ quando sul cross di Acerbi arriva il gol della vittoria propiziato da Muriqi: sfortunato, vituperato, Vedat si prende la sua rivincita portando la Lazio ai quarti di Coppa Italia dove affronterà l’Atalanta. Gara in programma mercoledì prossimo. La Lazio gioca un buon primo tempo e dopo due pali (Muriqi e Pereira) passa con Parolo. Ripresa di gestione, ma nel finale il Parma si sveglia e pareggia con Mihaila. Sembra tutto apparecchiato per i supplementari, ma al 90’ ecco Muriqi e chissà che la sua storia laziale non possa cominciare da qui. 

PALI E PAROLO - Formazioni rimaneggiate, con tante seconde linee da una parte e dall’altra, nella Lazio spazio a Muriqi e Pereira davanti, coppia inedita figlia del tanto chiacchierato mercato estivo. In porta c’è Strakosha e l’albanese è subito bravo a uscire a terra per anticipare Mihaila. Parma compatto, nonostante la formazione sperimentale e pronto a ripartire con i suoi avanti poco strutturati. La prima grande chance del match, però, è della Lazio al 14’ e sfortunato Muriqi che controlla un pallone volante e poi in spaccata, di sinistro, impatta sul palo. Risposta ducale con Mihaila che brucia Parolo in velocità e poi trova Sprocati che col piatto cerca l’angolo alla destra di Strakosha, ma trova la deviazione di un difensore laziale. La partita si ravviva e la Lazio sfiora due volte il gol dell’1-0 nel giro di un minuto: ancora Muriqi dopo un gran duetto con Pereira, ma stavolta è Colombi a dirgli no. Poi ci prova il brasiliano ma è ancora il palo a mettersi tra la Lazio e il vantaggio. Il gol è nell’aria e arriva al 22’ con Parolo che si fa trovare pronto sulla pennellata di Pereira da destra e insacca di testa. Fluida l’azione laziale anche quando si sviluppa sugli esterni, Fares scende a sinistra e crossa al centro dove Muriqi arriva prima di tutti e tenta la sponda per Pereira, ma è bravo Dierckx a spazzare. Nel finale i ritmi calano sensibilmente e la Lazio amministra il vantaggio senza particolari affanni, nonostante un paio di tentativi gialloblu che però non creano alcun problema a Strakosha. 

ECCO IL PIRATA - Nessun cambio al ritorno in campo dagli spogliatoi e pure il ritmo è lo stesso che aveva caratterizzato l’ultima parte del primo tempo. Nessuna delle due squadre preme sull’acceleratore, la Lazio palleggia con l’obiettivo di stanare l’avversario e su un errore del Parma è Akpa a tentare la prima conclusione della ripresa, ma Colombi è attento e para. La seconda è di Hoedt, sinistro dai 30 metri e palla ampiamente alta sulla traversa. Risposta Parma al 55’, Mihaila prova a penetrare dal settore di sinistra e sul suo cross basso è bravo Parolo a intervenire e pulire l’area. Inzaghi opera i primi cambi al 59’: fuori Pereira - visibilmente deluso - e Milinkovic, dentro Patric e Correa con Parolo che torna al ruolo di mezzala. Nel Parma, invece, entrano Hernani e Brugman per Dezi e Cyprien. Bella azione di Correa in slalom tra tre avversari , il destro dai venti metri però non impensierisce Colombi. I ritmi comunque restano bassi, quasi soporiferi, la scossa la dà Inzaghi dalla panchina perché dopo 11 mesi torna in campo Senad Lulic (al posto di Fares). Il capitano non si vedeva dal 5 febbraio 2020, da Lazio-Verona terminata 0-0. Un calvario lunghissimo ora giunto al termine. Entra anche Marusic per Lazzari, ma il Parma all’improvviso sfiora il pareggio: cross tagliato da sinistra, colpo di testa di Brunetta e grande intervento di Strakosha, sul tap-in c’è Mihaila che coglie la traversa da due passi. L’azione prosegue e Acerbi commette fallo su Hernani, punizione dal limite per il Parma di cui s’incarica Kurtic che scuote l’esterno della rete. Il Parma cresce e trova l’1-1 all’82’ con Miahila che scatta sul filo del fuorigioco, brucia Hoedt e a tu per tu con Strakosha non sbaglia. Ducali frizzanti nel finale, ancora Mihaila pericoloso, destro radente e Strakosha para a terra. La Lazio, però, si riversa in avanti e sul cross da sinistra di Acerbi, ecco Muriqi che dall’altezza del dischetto del rigore compie una gran girata di testa e trova il nuovo vantaggio biancoceleste. La palla colpita dal kosovaro sbatte sul palo, poi sulla schiena di Colombi ed entra. La Lega decreterà l'autogol di Colombi, ma la soddisfazione resta. Entra pure Vavro al posto di Parolo, nel Parma c’è Adorante per Mihaila. Ma la partita non regala altri spunti. Finisce 2-1, la Lazio vola ai quarti. 

Pubblicato 21/01/21