Lazio, ecco i risultati dei contro-esami sui tamponi: due negativi e un positivo

11.11.2020 07:30 di Daniele Rocca Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Lazio, ecco i risultati dei contro-esami sui tamponi: due negativi e un positivo

AGGIORNAMENTO ORE 00.30 - Qualcosa inizia a trapelare dall'ospedale Moscati di Avellino. Da una prima ricostruzione, ancora da confermare, sembrerebbe che i tamponi riprocessati di Immobile e Leiva abbiano dato esito negativo, mentre quello di Strakosha pare sia positivo. Nella giornata di martedì l'avvocato Gentile aveva dichiarato: "Il processo, se mai ci sarà, riguarda un imprenditore di Avellino ed eventuali problemi che potrà avere con la Procura di Avellino. Se per caso dovesse venire fuori qualche tampone refertato in modo sbagliato, la Lazio e i suoi giocatori sarebbero parte lesa".

AGGIORNAMENTO ORE 23.30 - Si sono conclusi in tarda sera, all’ospedale Moscati di Avellino, i contro-esami sui tamponi dei giocatori della Lazio eseguiti nei giorni scorsi dal Futura Diagnostica. A far ripetere i controlli è stata la Procura della Repubblica che, con l'aiuto di un perito, ha voluto verificare le difformità nei risultati dei tamponi di tre calciatori (Immobile, Leiva e Strakosha), risultati negativi ad Avellino e positivi ai successivi esami fatti eseguire dall’Uefa (pre Zenit), e poi ancora negativi e successivamente di nuovo positivi. Si attende ora il responso dell'ospedale Moscati.

Si concluderanno in serata gli esami, ordinati dalla Procura di Avellino, sui tamponi processati dal centro polispecialistico di Avellino, Futura Diagnostica, relativi ai calciatori della Lazio. Il perito d'ufficio nominato dal procuratore aggiunto di Avellino, Vincenzo D'Onofrio, la dirigente medico del laboratorio di microbiologia e virologia dell'ospedale "Moscati", Maria Landi, in pratica riprocesserà circa cento tamponi effettuati lo scorso 6 novembre, prima della gara Lazio-Juventus, su calciatori, familiari e staff della società guidata da Claudio Lotito. Tamponi i cui esiti risultarono negativi rispetto invece alla positività riscontrata dai tamponi svolti dai laboratori Synlab e Campus Biomedico sugli stessi calciatori. All'esame assiste la consulente nominata da Futura Diagnostica, Marilina Scalone. L'ipotesi che la Procura avellinese contesta all'ad di Futura Diagnostica, Massimiliano Taccone, iscritto nel registro degli indagati, comprende i reati di falso, frode in pubbliche forniture e epidemia colposa.

Pubblicato il 10/11 alle ore 21