Lazio, Inzaghi: "Che ricordi il mio primo gol, nonostante il naso rotto giocai"

21 anni fa, l'attuale mister biancoceleste segnava il suo primo gol con l'aquila sul petto. All'Agenzia Ufficiale ha ricordato quel momento
31.08.2020 07:25 di Lalaziosiamonoi Redazione   Vedi letture
Fonte: Tommaso Marsili
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lazio, Inzaghi: "Che ricordi il mio primo gol, nonostante il naso rotto giocai"

21 anni fa, proprio come il suo numero dietro la schiena, Simone Inzaghi scriveva il primo dei tanti capitoli vissuti con la Lazio grazie alla prima rete segnata. Era la prima partita di un'annata speciale, quella dello Scudetto, e Simoncino scrisse il suo nome sul tabellino realizzando un calcio di rigore contro il Cagliari.

RICORDO INDELEBILE - Ai microfoni dell'Agenzia Ufficiale laziale, il mister ha ricordato quell'avvenimento: "Ricordo ancora quella notte di 21 anni fa, fu il mio primo gol realizzato con la maglia della Lazio. Arrivò dagli undici metri contro il Cagliari. Era un lunedì, tre giorni dopo la Supercoppa Europea vinta contro il Manchester United: mi ero rotto il naso durante la finale, così giocai il primo tempo con la mascherina. Per fortuna riuscii ad essere della partita perché la frattura era composta. La vigilia di quella partita fu sicuramente strana perché venivamo dalla vittoria della Supercoppa a Montecarlo di poche ore prima ma eravamo molto contenti per l'impresa fatta. Avevamo tanti rigoristi in rosa come Mihajlovic, Veron e Salas, quella sera però decisi di calciarlo io e segnare fu un motivo di grande soddisfazione. Ci alternammo dal dischetto per tutta la stagione, compreso il giorno dello scudetto, quando contro la Reggina tirai un rigore io e un altro Veron".

Pubblicato ieri alle 20:15