Antonini: "Lazio più forte del Milan. Mi stupirei se non arrivasse in Champions"

02.11.2019 10:45 di Andrea Marchettini   Vedi letture
Fonte: Andrea Marchettini - Lalaziosiamonoi.it
Antonini: "Lazio più forte del Milan. Mi stupirei se non arrivasse in Champions"

Alla viglia del match tra Milan e Lazio, la redazione de Lalaziosiamonoi.it ha contattato l'ex terzino rossonero Luca Antonini, che è cresciuto nelle giovanili rossonere e che ci è tornato dopo un lungo percorso di crescita professionale, per rimanerci 5 anni (dal 2008 al 2013). Insomma uno che l'ambiente Milan lo conosce assai bene: ne ha vissuto da protagonista i tempi gloriosi (nel 2011 vinse campionato e Supercoppa italiana) e lo ha lasciato quando la squadra cominciò a non far parte più del novero delle grandi. Antonini ha analizzato ai nostri microfoni la sfida di domani: "Mi aspetto una partita col punto interrogativo. Molto dipenderà da come il Milan affronterà la gara: se lo farà come nelle ultime uscite, la vedo male. La Lazio è una squadra già rodata che sta ottenendo risultati importanti, soprattutto nelle ultime partite".

MILAN - "E' troppo tempo che il Milan arranca, spero che Pioli riesca a trasmettere quella serenità e a dare quella mentalità per far ripartire la squadra. Non è una situazione semplice perché davanti ai rossoneri attualmente ci sono diverse squadre più attrezzate, con giocatori più forti: la Lazio è una di queste. Avvicendamento Giampaolo Pioli? Quando cambi all'inizio, puoi ancora incidere sulla stagione".

LAZIO - "Potrebbe essere l'anno buono per la Champions League. Glielo auguro ai tifosi, ai giocatori e soprattutto a Simone Inzaghi che se lo merita. A livello di individualità, la Lazio dovrebbe essere terza in classifica: ha dei giocatori fortissimi e crea una mole di gioco impressionante. Per la Champions se la può giocare con l'Atalanta. Sinceramente però mi stupirei se non raggiungesse l'obiettivo neanche quest'anno".

LAZZARI - "Mi è sempre piaciuto. Da un paio d'anni lo reputo il terzino più forte del campionato italiano. Lo ha dimostrato a suon di prestazioni: con Semplici è migliorato tanto, adesso sembra aver aggiustato anche la mira sotto porta. E' arrivato in punta di piedi, ma Inzaghi lo ha voluto fortemente perché è un calciatore che può dare tanto alla Lazio. Nazionale? Può giocarsi le sue chance anche per la convocazione in azzurro. Deve continuare a fare come sta facendo e sono convinto che prima opoi arriverà la chiamata di Mancini".

Scanzi in esclusiva a Lalaziosiamonoi.it

Milan - Lazio, l'arbitro del match e i precedenti

TORNA ALLA HOMEPAGE