Calciomercato Lazio: Rangnick-Tare, è partita a scacchi per Szoboszlai: la situazione

Il direttore sportivo laziale non ha mai mollato la presa sull'ungherese ed è battaglia con il Milan che vuole prendere il giocatore
20.06.2020 08:00 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Calciomercato Lazio: Rangnick-Tare, è partita a scacchi per Szoboszlai: la situazione

La Lazio non l’ha mai mollato, ma ora deve guardarsi dalla corte serrata del Milan e dall’inserimento del Napoli e la presenza costante della Juve. Dominik Szoboszlai resta nel mirino di Tare, è un giocatore che il direttore sportivo apprezza particolarmente, lo tiene d’occhio da oltre un anno e mezzo, non lo considera la copia di Milinkovic-Savic. Giocatore diverso, eppure gioiello prezioso e grezzo com’era il serbo. Szoboszlai è stato in orbita biancoceleste l’anno scorso, la Lazio l’aveva corteggiato insistentemente, il giocatore aveva fatto anche visita a Formello, ma ci si era dovuti fermare di fronte al no del Salisburgo alla cessione. Il club della Red Bull non voleva saperne di cedere l’ungherese un anno fa, meglio tenerlo ancora una stagione, farlo consacrare e poi strappare un prezzo più vantaggioso. Ecco perché a chi s’avvicinava dodici mesi fa, si chiedeva un prezzo fuori mercato per un 2000 con una manciata di presenze tra i pro.

MILAN - Oggi, però, il Salisburgo è disposto a parlarne, ha fissato il prezzo, si parte da una richiesta di 20 milioni più bonus. Non proprio una mancia. La Lazio non ha mollato la presa, i contatti con gli agenti non si sono interrotti, ma negli ultimi giorni va registrato il prepotente inserimento del Milan. I rossoneri, su richiesta di Ralf Rangnick, hanno parlato con l’entourage del giocatore e con il Salisburgo. Il manager tedesco ha rapporti privilegiati con la Red Bull e conosce bene chi gestisce gli interessi di Szoboszlai e spera di sfruttare questo canale preferenziale e arrivare alla soluzione. Il Milan perderà Bonaventura e vuole vendere Paquetá. Il Diavolo tenta il sorpasso, vuole mettere le mani sul gioiello ungherese, ma prima potrebbe dover cedere e quindi ecco che il fattore tempo diventerebbe nemico. A Milano, oltre alla Lazio, si teme anche che l’interessamento del Napoli possa diventare vera trattativa e che la Juve possa ridestarsi cercando una sinergia con un altro club italiano dove mandare in prestito il ragazzo per farlo crescere. Intrecci e scenari. 

COSA SUCCEDE - La Lazio si muove in silenzio, senza dare nell’occhio. Szoboszlai resta un obiettivo, per adesso però non s’è deciso d’affondare per due motivi. Il primo è che l’arrivo di Escalante riempie la casella mancante a centrocampo. Parolo rinnoverà e c’è poi da attendere l’esito della corsa salvezza in Bundesliga per capire quale sarà il destino di Berisha: se il Fortuna Dusseldorf dovesse salvarsi, allora il riscatto non sarebbe impossibile, altrimenti il kosovaro tornerebbe a Roma e gli andrebbe trovata una nuova sistemazione. Insomma, per ora, posti pieni. L’altro motivo è che Lotito non è convinto di portare a termine un investimento del genere per un giocatore che sarebbe una riserva e in un reparto che, senza cessioni, ha i suoi titolari inamovibili. Il Covid ha colpito anche la Lazio, come tutte le società, quindi gli investimenti più importanti saranno mirati a quei reparti che ne hanno più necessità come difensore, esterno sinistro e quarta punta. Szoboszlai non viene considerato una priorità, al momento, ma da Milano sono convinti che l’inserimento rossonero possa spingere Tare a fare un’eccezione e provare a convincere Lotito a tentare l’affondo anticipando le concorrenti, così da assicurasi un giocatore che stima e segue da tanto tempo. Il discorso, infine, cambierebbe del tutto se andasse via Milinkovic-Savic, portando con sé una pioggia di denaro e liberando un posto in mediana, ma al momento l’addio del serbo non è uno scenario concreto, visto che nessuno s’è avvicinato ai 100 milioni chiesti da Lotito. Szoboszlai quindi resta in sospeso, Lazio e Milan giocano a scacchi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.