Spadafora: "Due date per ripresa campionato, giovedì decideremo. E sulle partite in chiaro..."

25.05.2020 07:25 di Daniele Rocca Twitter:    Vedi letture
© foto di Samantha Zucchi/Insidefoto/Image
Spadafora: "Due date per ripresa campionato, giovedì decideremo. E sulle partite in chiaro..."

Ospite del Tg3 il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha fatto chiarezza in merito alla possibile ripresa del campionato di Serie A: "Le due date possibili sono il 13 e il 20 giugno, pochi minuiti fa è arrivato il nuovo protocollo proposto dalla Figc per la ripresa del campionato, che poi non è molto diverso da quello per la ripresa degli allenamenti collettivi. Giovedì prossimo ho convocato Figc e Lega per valutare insieme, anche in base all’andamento dell’emergenza sanitaria, se e quando far ripartire il campionato anche in Italia".

PARTITE IN CHIARO - "In molti mi hanno chiesto di fare riferimento al modello tedesco. In Germania, Sky ha trovato un accordo per cui c’è la diretta gol (in chiaro, ndr.), nel rispetto di chi ha l’abbonamento e che vede per intero le partite, ma tutti gli altri possono vedere la diretta gol. Credo che dovremmo assolutamente pensarci anche in Italia. Perché questo eviterà assembramenti, qualora riprendesse il campionato, in luoghi pubblici e in bar, visto che gli stadi saranno chiusi. Io sarò disponibile a mettere nello stesso provvedimento che firmeremo per la riapertura del campionato le norme che serviranno per arrivare, anche in Italia, a quel rispetto verso i tifosi e gli appassionati che potranno seguire la partite con la diretta gol".

CALCIO FEMMINILE - "Da questa emergenza sono emerse tutte le criticità del mondo del calcio e dello sport in generale che affronteremo in una riforma generale che porteremo in approvazione prima dell'estate, che deve prevedere anche il professionismo femminile. Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, sta facendo un ottimo lavoro con il calcio femminile, con Sara Gama e tutte le ragazze. Sto lavorando ad una loro richiesta importante, che deve essere realizzata prima di questa estate cioè la riforma dello sport che deve prevedere anche il professionismo femminile".

Pubblicato ieri alle 19:29