FOCUS - Serie A un anno dopo: Lazio Dr Jekyll e Mr Hyde, male Roma e Napoli

Pubblicato ieri alle 13:01
31.12.2018 07:01 di Antoniomaria Pietoso Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di www.imagephotoagency.it
FOCUS - Serie A un anno dopo: Lazio Dr Jekyll e Mr Hyde, male Roma e Napoli

Con il pareggio sul Torino si è chiuso il girone d'andata della Lazio di Simone Inzaghi. Il club biancoceleste ha completato le prime 19 giornate chiudendo da sola al quarto posto con 32 punti con rispettivamente una e due lunghezze di vantaggio su Milan e Roma. Inzaghi si è eguagliato visto che anche nella passata le aquile avevano girato da quarta forza del campionato (la Lazio recuperò la gara con l'Udinese più avanti, ma questa statistica comprende anche quella partita, ndr). In quel caso, però, i biancocelesti erano a pari punti con la Roma a quota 40, mentre stavolta possono godersi la posizione in solitaria. Il club fa però registrare otto punti in meno rispetto a un anno fa, ma c'è da dire che sono tante le squadre che hanno un rendimento peggiore rispetto al passato campionato.

DIFFERENZA RISPETTO ALLO SCORSO ANNO - Se la Lazio gira a meno otto, non fanno meglio le altre. Il Napoli, campione d'inverno nel 2017, ha quattro lunghezze in meno, mentre l'Inter chiude il 2018 sotto di due ma sempre al terzo posto. Male la Roma che è l'unica in doppia cifra con un rotondo meno dieci e due posizioni più indietro rispetto a un anno fa. Ventinove contro trentuno per la Sampdoria che peggiora di due, ma resta nelle zone nobili della classifica. In attivo è invece la Juventus che con 53 punti e senza sconfitte subite continua a dominare il campionato. Cristiano Ronaldo e compagni hanno sei punti in più rispetto al giro di boa del 2017/18 e non sembrano intenzionati a rallentare. Sorprende anche il Milan di Gattuso che viaggia in attivo (+6) rispetto a quanto fatto da lui e da Montella dodici mesi fa. Bene anche la fascia media con  Atalanta (+1), Torino (+2) e Sassuolo (+4) che hanno tutte un saldo positivo e si candidano al ruolo di possibile outsider per la zona europea. Tre settimane di sosta e poi si tornerà a fare sul serio. Tutto è ancora in gioco e nel 2019 tutto può accadere, l'importante è farsi trovare pronti.