Lazio - Fiorentina, Bonazzoli: "Piazze con umori diversi. Interessante la sfida tra gli attaccanti"

L'ex attaccante viola ha raccontato all'interno del Match Program le sue sensazioni sulla sfida tra Lazio e Fiorentina di domani
27.10.2021 07:00 di Tommaso Marsili Twitter:    vedi letture
Fonte: sslazio.it
© foto di Giacomo Morini
Lazio - Fiorentina, Bonazzoli: "Piazze con umori diversi. Interessante la sfida tra gli attaccanti"

Lazio e Fiorentina si affronteranno in questo turno infrasettimanale di Serie A all'Olimpico di Roma. Le due squadre hanno umori diametralmente opposti e hanno entrambe voglia di fare risultato. L'ex viola Bonazzoli ha raccontato all'interno del Match Program biancoceleste la sua opinione sulla gara: "La Lazio ha perso malamente a Verona, offrendo una prova negativa sotto tutti i sensi. La Fiorentina invece viene da un buon 3-0, dove ha avuto in mano il pallino del gioco dall'inizio alla fine. Sono sicuramente due umori diversi, con la Lazio che cercherà di fare la partita per ritrovare la propria identità e dimostrare di essere una delle migliori squadre del campionato italiano, con calciatori importanti. I viola verranno a Roma con le proprie idee, visto che la squadra di Italiano sta bene e può contare su ottimi risultatiu recenti, sconfitta contro il Venezia a parte". 

IMMOBILE VS VLAHOVIC - "Sarà uno scontro tra due attaccanti fortissimi, semplicemente completi. Dipenderà però molto anche dalle rispettive squadre alle loro spalle, dall'approccio che avranno e da quante volte riusciranno a mandare Ciro e Dusan al tiro". 

DOLCE RICORDO - "Il precedente a cui sono maggiormente legato? Il gol segnato con la maglia della Reggina, nell'1-1 del settembre 2004. Segnai di destro al volo a Peruzzi, un'emozione fortissima in un grande stadio come l'Olimpico. Futuro? Fino allo scorso anno ero al Renate come collaboratore tecnico di Aimo Diana: un'esperienza importante, che mi ha permesso di conoscere da vicino il lavoro di un grande allenatore che saprà dire la sua in futuro. Ora sono fermo e mi aggiorno, in attesa di una chance". 
Pubblicato il 26/10