Anderson a tutto campo, è l'uomo chiave di Sarri. E i suoi numeri sono da record

26.09.2022 08:00 di Elena Bravetti Twitter:    vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Anderson a tutto campo, è l'uomo chiave di Sarri. E i suoi numeri sono da record
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

RASSEGNA STAMPA - Anderson ha imparato ad essere più concreto, più decisivo. Le sue giocate si sono affinate, lavora pulito e sporco. È un Felipe versione lotta continua. Ed è uno dei sei giocatori della Lazio sempre titolari nelle prime sette giornate di campionato (con Zaccagni, Immobile, Milinkovic, Patric e Marusic). Ha giocato tutte e 9 le sfide stagionali fin qui disputate (2 di Europa League). Come riporta la rassegna stampa di Radiosei, è il brasiliano ad aver creato più occasioni per i compagni (15), l'uomo che ha confezionato più cross su azione (10) e che può vantarsi del record di dribbling riusciti in A (7). Dall'anno scorso Felipe ha segnato 9 gol e 9 assist considerando tutte le competizioni, è tra gli specialisti della doppia specialità. E c'è sempre Anderson in vetta alla classifica interna dei contrasti: ne ha effettuati 15 in 7 gare (2,1 di media a partita). nel 2016/17 aveva una media di 2,8 contrasti a gara.

Al West Ham si è perso, nella Lazio si è ritrovato. Sarri l'ha sempre stimato e, quando gli è stata prospettata la possibilità di allenarlo, non ci ha neanche pensato, ha accettato l'acquisto. L'ha scosso e sollecitato più volte, il Felipe di quest'anno è più vicino all'idea che Sarri ha di lui. Il brasiliano si sta dimostrando più funzionale: ora gli vengono chiesti momenti senza palla, non solo di essere decisivo quando la riceve. Per quanto riguarda il ruolo, Anderson deve esser pronto per ogni utilizzo. Anzi, è in preallarme per la sfida contro lo Spezia, dipenderà tutto dalle condizioni di Immobile. Felipe ama la Lazio, ha firmato un triennale, è in scadenza nel 2024. Rimarrà anche il prossimo anno quando ci sarà da discutere l'eventuale rinnovo. Compirà trent'anni ad aprile, quand'è arrivato ne aveva 20. In dieci anni tante cose sono successe, tante ne ha imparate. E ora "Pipe" s'è rimesso alla guida del suo destino.

TORNA ALLA HOMEPAGE