La Lazio è pronta a liberare Radu: cronaca di una giornata folle

In mattinata si era sparsa la voce di un futuro da dirigente, poi il fulmine a ciel sereno: la Lazio è pronta a liberare il romeno
13.06.2019 07:20 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
La Lazio è pronta a liberare Radu: cronaca di una giornata folle

Una giornata convulsa, frenetica, con voci contraddittorie a rincorrersi. In mattinata Leggo aveva rilanciato la notizia di un probabile futuro da dirigente per Stefan Radu, lui che dopo 11 anni di Lazio e 348 presenze in biancoceleste, sembrava destinato a giocare ancora con l’aquila sul petto. Ma nel primo pomeriggio ecco il più classico dei fulmini a ciel sereno. Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio, infatti, la Lazio ha comunicato al difensore romeno l’intenzione di lasciarlo libero qualora arrivasse sul tavolo suo e del procuratore un’offerta ritenuta allettante. La nostra redazione ha contattato l’entourage del giocatore che però ha preferito non commentare la notizia. Sintomo che qualcosa in pentola bolle, che il futuro di Radu potrebbe davvero essere lontano da Roma. La Lazio ha fatto capire al suo giocatore che se dovesse arrivare sul suo tavolo un'offerta (soprattutto a livello economico) molto vantaggiosa sarebbe pronta ad agevolarne l'uscita. Un modo per non arrivare a strappi se Radu dovesse decidere di lasciare la Capitale. A questo punto Stefan e chi ne cura gli interessi dovranno cominciare a guardarsi intorno, offerte inizieranno a piovere, perché a 33 anni il romeno ha dimostrato di essere ancora un difensore affidabile, di spessore. In passato sull'ex Dinamo Bucarest si erano posati gli occhi di Fenerbahce e Milan. Il romeno aveva rinnovato nel novembre scorso il contratto fino al 2021 e anche per questo la notizia giunge come una sorpresa inaspettata e amara. Un eventuale addio permetterebbe a Lotito di risparmiare tre milioni lordi d’ingaggio a stagione. Non è comunque da escludere che Radu possa poi tornare, una volta appesi gli scarpini al chiodo, in società con un ruolo che andrebbe definito. Intanto però va registrata questa novità: le strade di Stefan e della Lazio potrebbero davvero separarsi. Almeno per un po'.

Pubblicato ieri alle 15