RIVIVI LA DIRETTA - Akpa Akpro: "Qui per aiutare la squadra, posso giocare ovunque. E sull'amicizia con Drogba..."

Alle 15 la conferenza di presentazione di Akpa Akpro, in sala stampa insieme a Mohamed Fares e al direttore sportivo Tare.
17.10.2020 07:22 di Elena Bravetti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Elena Bravetti - Lalaziosiamonoi.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
RIVIVI LA DIRETTA - Akpa Akpro: "Qui per aiutare la squadra, posso giocare ovunque. E sull'amicizia con Drogba..."

Dopo le conferenze stampa di presentazione di Hoedt e Muriqi, alle 15 è andata in scena a Formello quella di Jean-Daniel Akpa Akpro, in sala stampa insieme a Mohamed Fares e al ds Tare. L'ivoriano, archiviati gli impegni con la Nazionale, è pronto a mettersi a disposizione di mister Simone Inzaghi per le prossime gare, che vedranno la Lazio impegnata sia in campionato che in Champions League. Dopo l'esperienza alla Salernitana, per il classe '92 è tempo di fare un salto di qualità. Di seguito domande e risposte arrivate nel corso della conferenza: 

Prende parola il ds Tare...

"Presentare un ragazzo come Akpa Akpro è uno dei momenti più belli per me. Si è meritato da solo questa maglia. Noi gli abbiamo dato la possibilità di fare il ritiro con noi, il suo modo di essere gli ha dato il campo. Merita la considerazione di tutti noi".

Prima capitano del Tolosa, poi ti sei dovuto fermare per poi ritrovarti nella Salernitana. Dove hai trovato la forza?

"La forza l'ho trovata nella mia famiglia, nei miei amici. Mi sono ripetuto di non dover mollare, il calcio è troppo bello".

Quando hai scelto Salerno, pensavi già che ci sarebbe stata l'opportunità di arrivare alla Lazio?

"Sì, ma dopo un anno e mezzo per me la speranza era morta. Ho lasciato andare la pressione, poi ho fatto una stagione positiva e sono qui".

Quali sono i tuoi obiettivi?

"Voglio aiutare la squadra, la società. Voglio dare il massimo, poi vedremo cosa succederà alla fine".

In Francia hai giocato largo a destra: pensi di poter essere un'alternativa per Inzaghi anche in quel ruolo?

"Ho giocato dappertutto, anche difensore centrale o attaccante. Sono a disposizione del mister".

Come hai vissuto la sessione di calciomercato? Hai pensato di non poter essere incluso nella lista?

"Sì, ci ho pensato e sono contento di esser stato inserito".

Sei entrato in campo in tutte le gare finora giocate. Credevi di poter essere utilizzato subito dall'allenatore?

"Sinceramente, subito così, non credevo. Sono felice. Darò tutto per la squadra, la società e i miei amici".

Ci racconti la tua amicizia speciale con Drogba?

"L'ho visto al Mondiale, mi ha detto che sono un uomo vero, quando sono in campo do tutto per la squadra. Mi ha detto di non cambiare. E da lì siamo diventati grandi amici".

Coronavirus, positivo membro dello staff nella Virtus Entella: il comunicato

Inter, Conte: "Periodo complicato ma sarebbe disastroso fermarsi"

TORNA ALLA HOMEPAGE

Pubblicato il 16/10 alle 15.10'