Lazio, cala il sipario: grazie ragazzi per un anno da Champions!

02.08.2020 07:35 di Alessandro Zappulla   Vedi letture
Lazio, cala il sipario: grazie ragazzi per un anno da Champions!

Grazie di tutto! Partiamo dal punto finale di questa storia. Nella stagione della devastazione planetaria il ringraziamento va a chi ci ha permesso di guardare con leggerezza la vita. Esultare per un gol o arrabbiarsi per una sconfitta, non più di qualche mese fa, sembravano flash consegnati agli annali, che per nulla al mondo sarebbero tornati. Attimi di normalità rivissuti tutti insieme, in poco tempo, senza tregua, in un mini torneo estivo. Attimi che ci hanno fatto anche alterare e a tratti deludere, quando la memoria ci ha riproposto il confronto ingeneroso con quei mesi congelati nell'epoca ormai ribattezzata come "Pre - Covid". Grazie allora cari ragazzi, per averci regalato la possibilità di sfogliare il libro dei ricordi fra mille emozioni e con forti passioni. Le pagine confezionate da questa Lazio sono piene zeppe di Istantanee che non cancelleremo più. La partenza in campionato, la scalata della classifica. Il testa a testa con la Juventus: le vittorie schiaccianti. Un 3-1 in casa, che mise in ginocchio quella corazzata senza rivali. Riyad: il viaggio in una terra lontana. Una cultura trasversalmente opposta alla nostra. Due squadre e una coppa da giocarsi in partita secca. La Lazio considerata di nuovo: "vittima sacrificale". Di fronte ancora la Juve e di nuovo 3-1. La grandezza dei singoli, le giocate dei talenti, l'importanza dei gregari: che miscela imbattibile! I campionissimi al tappeto per la seconda volta e il sogno scudetto che prende corpo, dopo una coppa alzata al cielo. Le vittorie copiose,  i record che esaltano. Immobile capocannoniere e attaccante più prolifico di tutta la storia della Serie A: chapeau! Ciro il Grande non si è accontentato e fa bottino pieno. Si porta a casa la Scarpa d'oro, come miglior bomber d'Europa. Un'onoreficienza che torna in Italia dopo tredici anni. Luis Alberto re degli Assist. Inzaghi che va oltre le 200 panchine con la Lazio, superando Maestrelli e Zoff e abbattendo il record di punti totalizzati in una stagione nella storia ultracentenaria del club: 78 punti. Spaziali! Quell'obiettivo stagionale della Champions quasi mai in bilico e quasi ipotecato nel Pre-Covid: una vita fa in pratica. Che stagione fantastica! Che anno cara Lazio! Grazie di tutto! Grazie di essere così follemente speciale. Ci vediamo presto! Più belli e innamorati che mai. E soprattutto finalmente in Champions League, per sognare ancora.

LE PAGELLE DI NAPOLI-LAZIO

CALVARESE, NON CI SIAMO

TORNA ALLA HOME