Lazio, Parolo: "Sappiamo come far male all'Inter. Io in panchina? Conta solo il gruppo"

Pubblicato il 21/03 alle ore 11.15
22.03.2019 07:26 di Laura Castellani Twitter:    Vedi letture
Fonte: dal nostro inviato Carlo Roscito
Lazio, Parolo: "Sappiamo come far male all'Inter. Io in panchina? Conta solo il gruppo"

Dal razzismo al rapporto con il mister: oggi, nell'ultima tappa del tour della Lazio nelle scuole, Marco Parolo ha risposto alle tante domande dei ragazzi presenti all'Istituto Comprensivo Nino Rota. E ai margini dell'evento, il centrocampista biancoceleste si è fermato anche ai microfoni dei giornalisti: "Siamo riusciti a riportare entusiasmo in un periodo in cui sembravamo un po' in difficoltà. Siamo stati capaci di una reazione di squadra, di gruppo. Ora dobbiamo portare con noi questo entusiasmo, che giornate così alimentano, fino alla fine della stagione. Dobbiamo continuare questa striscia, stiamo facendo un bel percorso. La Lazio andrà in Champions League se farà un grandissimo aprile, ci saranno partite fondamentali per noi e dovremo giocare ogni tre giorni. Dobbiamo presentarci a maggio con tutte le carte necessarie per fare un ottimo finale di stagione". Sulla partita con l'Inter: "Recupero Icardi? E' un grande attaccante, ma anche noi abbiamo dimostrato di sapere come far male all'Inter. Stiamo già preparando la partita, siamo convinti di poter rosicchiare qualche punto. Io in panchina? Stare in panchina fa parte del nostro mestiere. Significa sapere cosa si può dare alla squadra, sapere il proprio ruolo nel gruppo, essere in grado di gestirlo. Si può partire dall'inizio o no. Se tutti ragioniamo così, la squadra può solamente crescere. In ogni grande annata ho visto sempre l'apporto fondamentale di chi scende in campo partendo dalla panchina, impegnandosi al massimo. E' un'esperienza nuova, non ho problemi a farla. Anzi, mi ci butto a capofitto. Certo, uno vuole sempre giocare, ma dobbiamo rispettare sempre le scelte del mister, è lui che ci guida verso l'obiettivo"

Il centrocampista ha ribadito il punto anche ai microfoni di Lazio Style Channel: "Stiamo bene e lo abbiamo dimostrato in campo. Il gruppo è tornato e siamo pronti per puntare il nostro obiettivo, la Champions League. Abbiamo recuperato quasi tutti gli infortunati. Siamo pronti per affrontare l’Inter e per puntare il nostro traguardo. Le condizioni fisiche di alcuni non erano ottimali ultimamente. Nel girone di andata abbiamo fatto bene anche se i risultati non sono arrivati sempre, nonostante le buone prestazioni. Questo aspetto ha influito negativamente ma noi dobbiamo farci trovare sempre pronti. Idolo per i bambini? Spero di essere un esempio per loro perché gli incontri con i bambini sono sempre i migliori”. Un commento finale sulla mattinata: "Gli insegnanti hanno fatto un bel percorso, con questi bambini. Quando ero piccolo mi sarebbe piaciuto incontrare i calciatori per farmi dare dei consigli. Quelle di oggi sono domande che mi farà un giorno anche mio figlio e quindi sono già preparato".

LAZIO NELLE SCUOLE, ARRIVANO PAROLO E DURMISI

LAZIO, CATALDI: "LA FASCIA DA CAPITANO UN ONORE"

TORNA ALL'HOMEPAGE