Lazio, un arcobaleno chiude il ritiro: doppietta del "Mago", Vicenza ko

05.09.2020 06:30 di Carlo Roscito Twitter:    Vedi letture
Fonte: Carlo Roscito, Daniele Rocca, Mirko Borghesi - Lalaziosiamonoi.it
Lazio, un arcobaleno chiude il ritiro: doppietta del "Mago", Vicenza ko

AURONZO - Titoli di coda sul ritiro, c’è il sole dopo i giorni di pioggia. Neanche a farlo apposta si rivede l’arcobaleno di Luis Alberto: doppietta del Mago, il secondo d’autore (quello del 3-2 finale) con una pennellata perfetta sotto l’incrocio. Punizione sul palo del portiere, troppo precisa per essere intercettata. La Lazio rimette la testa davanti così, con una prodezza del suo uomo più talentuoso. Palla sistemata con cura, 22-23 metri dalla porta di Pizzignacco, che può solo ammirare in tuffo. Beato lui, la prospettiva migliore rispetto a tutti gli altri allo Zandegiacomo. Simone Inzaghi chiude con una vittoria la preparazione ad Auronzo: qualche lacuna difensiva alternata a indicazioni positive. Il tecnico, come sottolineato alla squadra all’intervallo, stavolta però è soddisfatto dell’impegno.

ERRORI. La Lazio era passato in vantaggio al 13’ grazie alla solita discesa di Lazzari, un martello sulla destra. Azione ben orchestrata e partita dal rinvio di Reina, sponda di Caicedo per la fuga di Correa, palla filtrante per l’ex Spal che fulmina in diagonale Grandi. Dal 21’ al 25’ il Vicenza la ribalta. Il pareggio arriva su un calcio di punizione letto male da Reina: Giacomelli spedisce sul secondo palo, il portiere esce a vuoto e Ierardi infila di testa da due passi. Il secondo nasce dopo un doppio pericolo scampato: Kiyine ci mette mezzora a rinviare, sugli sviluppi (e a seguito di un altro errore di Luiz Felipe) si disinteressa dell’uomo alle spalle di Radu su un cross dalla parte opposta. Da un fallo laterale riparte l’azione del Vicenza: lancio in profondità, Luiz Felipe scivola, Gori beffa Reina in pallonetto.

RIMONTA. Escalante, confermato in regia tra Parolo e Luis Alberto, ci prova da fuori. Caicedo sbaglia a porta spalancata su suggerimento di Lazzari (palo), poi si guadagna il rigore del 2-2: Luis Alberto calcia centrale dal dischetto e riaddrizza il risultato a un soffio dal break. Di Carlo ne cambia 10 su 11 a inizio ripresa, Inzaghi conferma la formazione e riparte meglio. Il sorpasso al 60’ grazie alla pennellata di Luis Alberto, meritevole degli applausi dei tifosi e dei compagni. Inzaghi a metà ripresa mette Patric, Akpa Akpro e Lukaku per Vavro, Kiyine e Correa (Luis Alberto sale sulla trequarti). Poco dopo arriva anche il turno di Bastos, Djavan Anderson, Jony, Moro e Falbo. Djavan sciupa il quarto gol a tu per tu con Pizzignacco e finisce così. Con un arcobaleno dopo i giorni di tempesta. 

Pubblicato il 4/9/2020 alle 18.12