Europa League, alla Lazio serve (quasi) un miracolo: i precedenti

La Lazio ha delle possibilità ridotte di ottenere la qualificazione ai sedicesimi di Europa League, ma alcuni precedenti fanno sperare
12.12.2019 08:40 di Alessandro Vittori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
Europa League, alla Lazio serve (quasi) un miracolo: i precedenti

La qualificazione della Lazio in Europa League viaggia su un filo sottilissimo. Non tanto perché serve la vittoria sul Rennes, quanto per la necessaria combinazione con il risultato di Cluj - Celtic. Gli scozzesi, già matematicamente primi, dovrebbero vincere in casa dei romeni, ai quali basta anche un pareggio. Chiaramente il passaggio del turno dei biancocelesti è meno probabile rispetto all'ipotesi contraria, eppure in passato qualcosa di analogo si è verificato più di una volta.

PRECEDENTI - Come riporta la rassegna stampa di Radiosei, solo in 6 casi su 145 una squadra che aveva ottenuto 3 punti dopo 4 giornate è riuscita a qualificarsi. Poco più del 4%, ma in queste situazioni ogni minima speranza può essere vitale. Nel 2010-11 fu il Napoli di Mazzarri a realizzare il miracolo, nel 2011-12 il Wisla Cracovia, nel 2013-14 il Maribor, nel 2016-17 l'AZ Alkmaar (con 2 punti dopo 4 giornate) e il Bate Borisov e lo scorso anno proprio il Rennes. Chissà che il fatto di avere di fronte gli ultimi a esserci riusciti non sia un segno del destino per la Lazio. I conti vanno fatti con il Celtic, eppure anche lo scontro con il Cluj ha un precedente concitato legato al preliminare di Champions League della scorsa estate. Segnali, in queste situazioni vale tutto. 

RENNES - LAZIO, LA CONFERENZA DI INZAGHI

RENNES - LAZIO, LE PAROLE DI CATALDI

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME PAGE