L'ex Lazio dalla parte di Ronaldo: "Se non giochi, non puoi restare"

24.11.2022 14:45 di Elena Bravetti Twitter:    vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
L'ex Lazio dalla parte di Ronaldo: "Se non giochi, non puoi restare"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Sven-Goran Eriksson ha rilasciato alcune dichiarazioni sull'argomento di questi giorni, il futuro di Cristiano Ronaldo e la risoluzione del contratto che lo legava al Manchester United. L'ex allenatore, tra le altre squadre, della Lazio, ha spiegato il suo punto di vista: "Cristiano è sempre sembrato una persona con le idee chiare, con una mentalità molto forte. Non credo che tutto quello che è successo possa influenzarlo mentalmente. Un altro discorso è la questione fisica, ha giocato meno del previsto e in questo momento potrebbe non essere al top". Il tecnico, riporta Sapo24.pt, ha poi spiegato di non vedere, per il giocatore, altra soluzione se non la cessione (al momento dell'intervista non era stato ancora comunicato l'addio): “Se non giochi, non puoi restare. Un calciatore di questo livello pone sempre tanti interrogativi se non gioca”.

Sul Mondiale: "Ci sono tante squadre forti, come il Brasile, che secondo me resta tra le favorite per la vittoria. E poi Argentina, Francia, Inghilterra. Ma anche il Portogallo è abbastanza forte. Ha una squadra giovane con calciatori esperti, come Cristiano Ronaldo e Pepe, che possono fare la differenza. Ripetere il 2016? Chi ha un gruppo di lavoro come quello del Portogallo può vincere, questo è ovvio. E se è un gruppo che trasmette fiducia, diventa ancora più forte. Ma le gare di Coppa del Mondo sono diverse da quelle delle altre competizioni. Basta una partita positiva in meno per far cadere il castello. Bisogna essere fiduciosi, ma anche prudenti”.

TORNA ALLA HOMEPAGE