Lazio-Torino, Lotito vs Cairo e il curioso caso di "Domani"...

02.03.2021 06:55 di Marco Valerio Bava Twitter:    Vedi letture
Fonte: MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it
© foto di Image Sport
Lazio-Torino, Lotito vs Cairo e il curioso caso di "Domani"...

Vigilia o non vigilia? Si gioca o non si gioca Lazio-Torino? La Asl del capoluogo piemontese dice no, la Lega di Serie A aspetta, riflette, si consulta. Cairo non vuole nemmeno prendere in considerazione l’idea di disputare il match martedì alle 18.30, mentre la Lazio non fa filtrare nulla. Decideranno gli organi preposti, ma il protocollo dice che si deve scendere in campo e se il protocollo vale ancora qualcosa… Insomma, perché rispettare il protocollo solo in alcuni aspetti? Perché fare i tamponi a determinata distanza da una partita, per esempio, e non dare credito a un documento stilato insieme al Ministero della Salute per quanto riguarda la disputa delle partite? Si vedrà. Il destino, comunque, sa essere beffardo e ha voluto che il caso scoppiasse proprio alla vigilia di Lazio-Torino, cioè di Lotito vs Cairo. I due presidenti nemici, quelli che più di tutti si detestano nel ring della Lega di Serie A. Cairo ormai usa i suoi mezzi d’informazione come clava contro il rivale, la Gazzetta e il Corriere della Sera non si sono risparmiati sul caso tamponi: titoli sensazionalistici, presunte inchieste, toni da crociata che sembravano pronunciare sentenze inappellabili. La Procura Federale, sostiene l’avvocato della S.S. Lazio, s’è mossa su esposto del Torino, poi sono scesi in campo i giornali.

La Lazio s’è ritrovata in un vortice clamoroso, sottoposta a un martellamento mai visto prima. Martellamento ripreso da giorni, da quando il Procuratore Federale, Giuseppe Chinè, ha deciso di deferire Lotito e i medici biancocelesti. Le clave s’agitano in aria, poi la tagliano e s’abbattono sul corpo della Lazio, le percosse sono violente e lasciano attoniti quei tifosi che - da giorni - devono leggere articoli che richiamano al rischio di retrocessione, esclusione dal campionato, penalizzazioni. Articoli assolutamente privi di fondamento. Pezzi che presuppongono che dal castello accusatorio della Procura non cada nemmeno un mattone. Come se la difesa non possa far decadere nemmeno uno dei capi d’accusa. Surreale. Articoli, dunque, che assomigliano all’aria fritta, ma che hanno comunque il loro impatto su chi legge o quantomeno intravede. Inchieste e o psuedo-inchieste che escono in momenti particolari, tanto che i più maliziosi possono pensare escano quasi a orologeria.

Nella giornata di lunedì 1 marzo, il quotidiano “Domani”, che di solito incentra le sue prime sulla politica, decide di dedicare a Lotito e al caso tamponi la sua prima pagina. “L’inchiesta sui tamponi può cambiare la Serie A”, scrive “Domani”. E sottotitola con “I guai di Claudio Lotito”. Tutto questo alla vigilia di Lazio-Torino, con Cairo che spinge per non giocare. Diranno alcuni: “Ma cosa c’entra “Domani”, edito da De Benedetti, con Cairo?”. C’entra. Da settembre, infatti, Cairo si occupa della stampa e della distribuzione di “Domani” e in cambio De Benedetti ha promesso investimenti in La7. Televisione di proprietà di Cairo. Insomma, una coincidenza particolare. Mancherebbero, a norma di regolamento, circa 24 ore alla disputa di Lazio-Torino e un quotidiano, con cui Cairo ha rapporti, decide di abdicare, almeno per un giorno, dalla politica per dedicarsi ai guai di Claudio Lotito. Curioso, no? 

Pubblicato in data 01/03