Paolo Bianco: "Marcos Antonio può giocare in tutti i ruoli del centrocampo"

22.06.2022 12:00 di Lalaziosiamonoi Redazione   vedi letture
Fonte: Antonio Pilato - Lalaziosiamonoi.it
Paolo Bianco: "Marcos Antonio può giocare in tutti i ruoli del centrocampo"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Ai microfoni di Lazio Style Radio ha parlato Paolo Bianco ex difensore del Sassuolo reduce dall'esperienza come vice di De Zerbi sulla panchina dello Shakhtar Donetsk. Focus dell'intervista è naturalmente il neo acquisto biancoceleste Marcos Antonio, che ha avuto il piacere di allenare nel corso della sua avventura in Ucraina finita anzitempo per via del conflitto scoppiato lo scorso febbraio. 

MARCOS ANTONIO - "È duttile e per un allenatore è una fortuna averlo. Può essere utilizzato in base alle caratteristiche dell’avversario. Ha le potenzialità per diventare il Jorginho di Napoli.  A differenza sua occupa meglio il campo, è rapidissimo, macina chilometri sul rettangolo verde. Accompagna l’azione e lo trovi ovunque. Con Milinkovic-Savic e Luis Alberto si completano visto che hanno caratteristiche diverse"

CARATTERE E CARATTERISTICHE - "Abbiamo trovato un ragazzo con una disponibilità al sacrificio atipica per un brasiliano tra l'altro così giovane. È molto più maturo della sua età. Sembra che abbia 40 anni. Sarri non avrà problemi con lui per quanto concerne gli aspetti caratteriali. Con Castro non aveva ancora ben chiaro il suo ruolo e non aveva disciplina tattica. Grazie a De Zerbi ha acquisito maggior consapevolezza in tal senso. Credo possa fare molti più gol in futuro visto che è abile sia nel tiro da fuori e che negli inserimenti in area di rigore".

SARRI - "Ha bisogno di tempo. La società e i tifosi si toglieranno diverse soddisfazioni. Dove ha avuto l’opportunità di stare più anni non ha mai tradito le aspettative, mentre dove ha allenato una sola stagione non è riuscito pienamente ad emergere. Ma è un aspetto normale visto che le società devono dare il tempo giusto agli allenatori".

DIFESA LAZIO - "Se la Lazio dovesse vendere Acerbi perderebbe molto visto lo spessore morale del giocatore. Tuttavia serve qualcosa in più in difesa, anche qualcuno che sappia giocare la palla in base ai tempi di gioco richiesti dall’allenatore".