Calciomercato Lazio, si guarda in Germania: occhio a Donati e Caligiuri

15.12.2018 07:45 di Tommaso Guernacci Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lalaziosiamonoi.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Calciomercato Lazio, si guarda in Germania: occhio a Donati e Caligiuri

Le ultime prestazioni (alcune rese negative più che altro dai risultati) della Lazio fra campionato ed Europa League hanno fatto scattare un leggero campanello d'allarme dalle parti di Formello: si stanno evidenziando delle lacune sul piano tecnico-tattico e diverse seconde linee (anche se a mister Inzaghi non piace chiamarle così) non sono all'altezza dei titolari. In più, se si aggiunge il fatto che la vittoria manchi ormai da 6 partite consecutive, ecco giungere al nocciolo del problema. Come riportato dall'odierna rassegna stampa di Radiosei, a gennaio serviranno dei rinforzi. La tifoseria - tramite l'appello della Curva Nord - li ha richiesti a gran voce. Da Formello assicurano che non ci saranno movimenti in entrata, al massimo si opererà soltanto in uscita. Ma tra il dire e il fare… c'è di mezzo che le contendenti per un posto in Champions League (obiettivo ancora non dichiarato, ma certamente sperato) non resteranno a guardare: Milan e Roma si rinforzeranno quasi certamente. La Lazio non può e non deve farsi cogliere impreparata, così come impreparato non sarà di certo il ds Tare, sempre alla ricerca continua di colpi da piazzare intorno al mondo. Prossima tappa? Germania. Il ruolo? Esterno di fascia destra: per dare un'alternativa in più ai già in rosa Basta, Caceres, Marusic e Patric, che tra acciacchi vari, prestazioni negative e impiego con il contagocce non stanno dando quanto la società e soprattutto mister Inzaghi si aspettassero. 

CALCIOMERCATO LAZIO, DONATI E CALIGIURI - Eccoli i nomi direttamente dalla Bundesliga: Giulio Donati e Daniel Caligiuri. Italiano, 28 anni, il primo. Di origini calabresi, 30 anni, il secondo. La pista più semplice sarebbe quella che porta a Donati: il mancato rinnovo di contratto con il Mainz lo ha di fatto escluso dalla rosa dei biancorossi. Solamente una presenza quest'anno, rispetto alle 29 della passata stagione. Ha la stoffa del predestinato: di scuola Inter, nel 2013 dalla Serie B con il Grosseto è passato direttamente a giocare la Champions League con il Bayer Leverkusen. In Germania ha accumulato esperienza: 116 presenze totali in campionato più 15 in Champions. È arrivato il momento giusto per tornare in Italia, dove conta 24 presenze con l'Unger 21 azzurra. Terzino in una difesa a quattro oppure quinto di centrocampo non fa differenza per lui. Rappresenterebbe un'occasione d'oro: la Lazio ci pensa. Come il ruolo ormai non farebbe differenza nemmeno per Caligiuri: da sempre un esterno d'attacco, allo Shalke è stato reinventato quinto a destra nel 3-5-2 dal tecnico Domenico Tedesco, facendolo giocare addirittura terzino in una difesa a quattro. Contratto in scadenza nel 2020, punto fermo dello Shalke che giocherà gli ottavi di Champions: per gennaio diventerebbe difficile. Servirà tutta l'ottima capacità di Tare.