Atalanta - Lazio, Acerbi: "Dobbiamo essere continui. Immobile paga la cena? Vediamo”

Pubblicato il 30/10
31.10.2021 07:20 di Leonardo Giovanetti Twitter:    vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Atalanta - Lazio, Acerbi: "Dobbiamo essere continui. Immobile paga la cena? Vediamo”

Finisce 2-2 la gara tra Atalanta e Lazio al Gewiss Stadium. Gli uomini di Sarri vanno due volte in vantaggio ma si fanno riprendere nel finale del primo e del secondo tempo. Al termine della gara Francesco Acerbi ha analizzato così il match: "Se abbiamo preso gol nel finale vuol dire che potevamo gestirla meglio, c'è stata una deviazione e poi un gol di stinco. Abbiamo preso due gol che non dovevamo prendere, il pareggio è un risultato giusto ma potevamo portarla a casa. Loro sono partiti fortissimo ma noi abbiamo tenuto il pallegio e giocato bene, abbiamo avuto le nostre occasioni. L'approcio e la mentalità che vuole il mister è quella di aggredire e oggi l'abbiamo fatto. Peccato per il 2-2. Quelle contro le big sono partite che si preparano da sé, le altre devi avere quella voglia e determinazione in più. Con Sarri lavoraimo sempre su dei concetti e facciamo un po' fatica. Oggi è stata una prova di maturità come approccio, questa è la strada che vuole il mister e che vogliamo noi. Vuole che si faccia molta densità quindi dobbiamo correre e soffrire. È una fatica più mentale che fisica e di conseguenza aumenta anche quella fisica. Oggi c'è stata voglia da parte di tutti. Sono cose che ci stanno entrando in testa, ora dobbiamo essere continui. Poi avere lo stesso approccio con le grandi e con le piccole. Dobbiamo entrare con la voglia di vincere le partite attraverso il gioco che vuole il mister a prescindere dall'avversario".

Il difensore biancoceleste ha analizzato il match anche ai microfoni di Sky Sport: "Abbiamo preso due gol entrambi nel recupero. Sia noi che l’Atalanta abbiamo fatto una grande partita. Era importante l’approccio e come dice il mister la continuità. Oggi l’abbiamo fatto e siamo andati vicini a prendere tre punti su un campo campo difficile. Bisogna migliorare e continuare su questi livelli. Siamo sulla buona strada. Speriamo di aver fatto quello scatto di mentalità che chiede il mister. È un grande sforzo mentale. Dobbiamo dare il massimo e credere in quello che facciamo. Fisicamente stiamo bene, mentalmente dobbiamo migliorare perché abbiamo sempre avuto alti e bassi. Cii manca qualcosina ma è normale. Immobile offre la cena? Per adesso non ci ha promesso niente. Ciro è generoso quindi vedremo. Sono contento, se lo merita. Ha sempre voluto testare e ha sempre dato il cuore per la Lazio. Vuole fare record su record”.

Il leone è intervenuto infine ai microfoni di Lazio Style Radio: "L’Atalanta ha ottimi giocatori, noi abbiamo fatto un’ottima gara e anche loro. Non abbiamo niente da invidiargli, sono una grandissima squadra ma noi siamo scesi in campo con il giusto approccio. Peccato per il risultato ma se la squadra è questa ci toglieremo tantissime soddisfazioni. La mentaità è cambiata, quella che la Lazio non ha sempre avuto, grandi approcci con le big, e così così con le altre. Noi dobbiamo scendere in campo sapendo che in ogni gara c’è davanti una grande squadra. Se giochi come hai giocato oggi avrai tantissime soddisfazioni. Il problema nelle gare precedenti è stato solo mentale e non fisico, quando stai cercando di cambiare modulo mentalmente fai più fatica e pensi troppo a quello che devi fare. Sembra che tu abbia corso il doppio del solito, quando inizi a capire quello che vuole il mister ti diverti di più, corri il giusto e in partita si vede. 

L’approccio deve essere questo, sempre con ogni squadra perché altrimenti fai sempre un passo avanti e tre indietro. Devi vincere con tutte le squadre. Io sono sempre stato sereno, sapevo di dover affrontare alcune difficoltà e ho sempre dato il massimo. Non ho mai mollato e sempre dato il 100% quindi ero sicuro che sarei riuscito a fare quel che voleva il mister. Adesso da un paio di partite si vede che siamo più liberi”.

IMMOBILE - "Mi congratulo con Ciro per il suo record ma deve fare tanti gol per noi. Ha voglia di fare altri gol, è un giocatore straordinario, un ragazzo umile, gli auguro di fare altri 150 gol con la Lazio e di portarci il più in alto possibile”.

MARSIGLIA - "Il Marsiglia è un'ottima squadra ma se vai lì e cominci a dire che sei bravo ne prendi sei. Oggi senza il giusto approoccio non so come sarebbe finita. Bisogna avere sempre rispetto dell’avversario ma consapevolezza della nostra forza".