Coppa Italia, Massa e la sfortuna eliminano la Lazio: Napoli in semifinale

Una partita stregata per la Lazio al San Paolo, condizionata anche dall'abbaglio di Massa in occasione del fallo che ha portato al rosso per Leiva
22.01.2020 07:30 di Alessandro Vittori Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Vittori - Lalaziosiamonoi.it
Coppa Italia, Massa e la sfortuna eliminano la Lazio: Napoli in semifinale

Una partita stregata. La Lazio esce dalla Coppa Italia sotto i colpi di Massa e della sfortuna. Immobile che scivola sul dischetto, Massa che inventa il fallo dell'espulsione di Leiva (rosso per proteste, ndr), due gol annullati e due pali sono fattori che pesano tantissimo sul risultato di 1-0. Napoli in semifinale, con Gattuso che per larghi tratti della sfida organizza un muro davanti a Ospina. Se mai ce ne fosse stato bisogno, la Lazio ha mostrato il suo potenziale e che la componente fortuna storicamente non le appartiene. 

TITOLARI - Inzaghi sceglie i titolari. Radu nel terzetto difensivo con Acerbi e Luiz Felipe davanti a Strakosha. Rietra Lulic a sinistra, Parolo sostituisce Luis Alberto (rimasto a Roma), Leiva, Milinkovic e Lazzari completano il centrocampo. Davanti Immobile e Caicedo, con Correa inizialmente in panchina. Gattuso sceglie i nuovi acquisti Demme e Lobotka al posto di Allan e Fabian Ruiz. Per il resto la squadra che ha perso dieci giorni fa all'Olimpico.

TASSA MASSA - Partenza furiosa del Napoli che trova immediatamente il vantaggio con uno slalom di Insigne, saltato Luiz Felipe e battuto in diagonale Strakosha. La Lazio reagisce e al primo attacco trova il rigore per fallo di Hysaj su Caicedo (ammonito il terzino azzurro). La sfortuna nera colpisce la squadra di Inzaghi, con la complicità di un terreno da dilettanti: Immobile scivola sul dischetto e la palla finisce sopra la traversa della porta di Ospina. Sale un po' il nervosismo in campo (giallo per Acerbi), ma i biancocelesti continuano a produrre occasioni. Immobile su cross di Lazzari non centra lo specchio, Caicedo si libera bene di Manolas ma trova un attento Ospina. Altro momento cruciale al 19': tiro dalla distanza di Hysaj, Acerbi tocca con il braccio attaccato al corpo, sulla respinta lo stesso Hysaj stende Immobile. Massa estrae il secondo giallo al difensore azzurro e giustamente valuta regolare la condotta di Acerbi. Gattuso corre ai ripari e inserisce Luperto per Lobotka, passando al 4-4-1. Massa (quello di Lazio - Fiorentina di Caicedo - Pezzella, ndr) aspetta al varco ogni intervento biancoceleste e dopo una manciata di minuti espelle Leiva: il brasiliano interviene sul pallone, l'arbitro fischia fallo, lo ammonisce e poi estrae il rosso alla prima protesta. Su un fallo inventato, Massa ha incredibilmente espulso Leiva. Dieci contro dieci è tutta un'altra partita, Inzaghi ridisegna il 3-4-2 non facendo cambi e affidando a Parolo il compito di organizzatore di gioco. Il Napoli si abbassa molto nella sua metà campo, la Lazio tiene il pallino in mano ma non trova la fiammata. Al fischio finale Inzaghi è scuro in volto per la direzione di Massa. Reazione ineccepibile.

SFIGA NERA - In apertura di ripresa brutta botta al naso per Strakosha, che scivola sul terreno infame del San Paolo (stessa area di Immobile) e nell'opporsi al tiro di Milik prende una pallonata. La prima conclusione è di marca bianoceleste con Immobile (parata da Ospina), servito da Lazzari, a sua volta involato da una sontuosa palla in profondità di Milinkovic. Al 55' Inzaghi cala la carta Correa al posto di Caicedo, Tucu al rientro dopo l'infortunio subito a Brescia. Subito un ottimo scambio dell'argentino con Immobile porta alla conclusione il neo entrato, debole. Immobile al 62' il gol lo trova, ma è tutto inutile perché sul rimpallo addosso a Milinkovic, Ciro è in fuorigioco. La Lazio aumenta i giri e anche Correa sfiora l'1-1, tiro alto sopra la traversa. Entra Elmas al posto di Callejon e il Napoli si abbassa ancora di più davanti alla porta di Ospina. Inzaghi inserisce Patric per Radu, Acerbi va sul centrosinistra e Luiz Felipe in mezzo. Il Napoli mette il naso nell'area della Lazio e colpisce il palo su un'indecisione di Strakosha. Ultimo cambio biancoceleste con Jony che entra per Lulic, massimo sforzo per la squadra di Inzaghi, stessa cosa per Gattuso con Fabian Ruiz per Insigne (azzurri sempre più abbottonati). La grande palla del pareggio capita sul piede di Immobile all'83', con Ospina superato è la traversa ad opporsi al capocannoniere del campionato. L'azione successiva è Mario Rui a colpire il palo alla destra di Strakosha. Al'88' altro palo di Lazzari su un tiro deviato e rete annullata ad Acerbi, che ribadisce  da posizione di fuorigioco. Il controllo Var richiede qualche istante, ma alla fine tutto gira storto ai biancocelesti. Sfiora ancora il pareggio Parolo, il suo colpo di testa su cross di Jony esce di poco. Non c'è più tempo, la Lazio esce sconfitta dal San Paolo, sotto i colpi della sfiga e di Massa.

Pubblicato il 21/01 alle 22.44