Lazio, Inzaghi: "Rinnovo? Aspetto altri tre giorni solo per un motivo"

Il tecnico biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo il match con il Sassuolo per fare chiarezza sul suo futuro
24.05.2021 07:30 di Tommaso Marsili Twitter:    Vedi letture
Fonte: Sky Sport
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Lazio, Inzaghi: "Rinnovo? Aspetto altri tre giorni solo per un motivo"

La Lazio e Inzaghi continueranno a camminare insieme o le strade tra le parti si divideranno? Un enigma che è ancora tutto da risolvere, ma intanto il tecnico biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo il match con il Sassuolo dicendo: "C'è un po' di rammarico per la stagione, volevamo arrivare nei primi quattro, ma saremo in Europa per il quinto anno consecutivo, siamo andati agli ottavi di Champions dopo 20 anni, abbiamo fatto il record di 12 vittorie consecutive in casa e quindi ci prendiamo quello che di buono è stato. Con tutte le vicessitudini che ci sono state va bene così".

FUTURO - "Con la società ci vedremo mercoledì. Anche l'anno scorso, quando eravamo in testa al campionato prima del Covid, si discuteva del mio rinnovo. Sono passati 16 mesi, posso aspettare per altri tre giorni perché è la Lazio. In un'altra situazione non lo avrei fatto. Sono stati 5 anni uno meglio dell'altro: ho ereditato una squadra che era ottava in ritiro a Norcia con la contestazione, ora sono cinque anni che andiamo in Europa, abbiamo portato a casa tre trofei, siamo arrivati davanti a delle corazzate. Come ho detto prima c'è solo un problema: che è la Lazio. Sapete tutti cosa rappresenta per me, sono 21 anni che sono qui. Delle 16 squadre agli ottavi di finale ero l'unico in scadenza di contratto, però sono sempre andato avanti e ho avuto la fortuna di avere dei ragazzi meravigliosi che non hanno ascoltato voci, problemi, rinnovi slittati e alla fine mi prendo questa stagione con un sesto posto con rammarico, ma con tante cose buone fatte". 

SQUADRA - "Quando non ci sono stati problemi con i giocatori più importanti abbiamo battuto gli squadroni. Normale che quando sono mancati quelli più importanti facciamo fatica. I nuovi acquisti, come tutti gli altri anni, hanno bisogno di tempo. Quando siamo al completo questa squadra fa divertire, io mi sono divertito e penso lo abbiate fatto anche voi". 

Il mister è poi intervenuto a Lazio Style Channel dove ha ribadito: "Non abbiamo finalizzato. Con mille defezioni abbiamo fatto una buona gara, abbiamo avuto 2-3 occasioni per pareggiare. Però andiamo avanti. Infortunio Correa? Abbiamo cambiato il modulo perché Raul Moro aveva giocato 90’ con la Primavera e non poteva entrare subito. Abbiamo espresso un buon gioco, meritavamo di più. Sono contento, per tutte le vicissitudini passate siamo tornati in Champions dopo tanti anni e quest’anno siamo in Europa per il 5° anno di fila. Mi prendo l’esordio di Bertini che è giovane e promettente e se lo meritava per quello che ha fatto in Primavera. Cosa cambierei? Le problematiche a giocatori importanti in un momento chiave della stagione. Non voglio guardare le cose negative, abbiamo vinto 3 trofei e fatti tanti record quindi guardo al domani con fiducia".

Pubblicato il 23/05